Golfo Aranci

Arrestati per furto in una tabaccheria

OLBIA. Personale della Squadra Mobile della Questura di Sassari, al termine di un’articolata attività di indagine, conseguente a due furti subiti da una rivendita di tabacchi con sede nella cittadina Viale Umberto, ha dato esecuzione a due misure cautelari disposte dal GIP presso il Tribunale di Sassari. Le persone raggiunte dai provvedimenti cautelari in questione sono un trentenne della provincia di Sassari, con precedenti per reati analoghi, e la sua compagna, una quarantaduenne proveniente dallo stesso centro della provincia. Nei confronti dell’uomo è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari mentre, a carico della convivente, è stato applicato l’obbligo di dimora nel comune di residenza.

I fatti contestati, come detto, riguardano due furti consumati in città alla fine dello scorso mese di novembre. Particolare è il modus operandi attuato dagli autori del reato, introdottisi nell’esercizio commerciale dopo aver praticato un foro sulla parete che lo separa da un adiacente magazzino, ove i ladri sono penetrati mediante effrazione della porta di ingresso. Dopo la consumazione del primo furto, a distanza di pochi giorni e prima che il locale fosse rimesso in sicurezza, l’uomo vi si è nuovamente introdotto derubandolo una seconda volta.  Ingente il danno patrimoniale subito dalla persona offesa.

A tradire la coppia è stato un cellulare rinvenuto sulla scena del crimine che, sottoposto ad analisi da parte degli investigatori, ha orientato le indagini verso i due indagati. Alla definitiva identificazione dei due, il personale della Squadra Mobile è pervenuto grazie al minuzioso studio delle immagini dell’impianto di video sorveglianza di cui è dotata la tabaccheria svaligiata ed al loro confronto con le numerosissime foto segnaletiche.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA