Ultima giornata della "The New Costa Smeralda Experience" , ecco com'è andata

OLBIA. Tradizione e innovazione. Nel segno della storia, in una linea di continuità con il mito  fondativo dell’Aga Khan, ma capaci di recepire il tratto nuovo dell’archistar francese Bruno Moinard, sono state presentate ieri mattina la cinque nuove suite dell’hotel Cala di Volpe. A suo tempo, per dargli vita, l’Aga Khan chiamò Jacques Couelle, creatore di quello che poi è diventato lo stile inconfondibile della Costa Smeralda. Oggi, per riprogettare in parte alcune delle sue camere, sono stati chiamati gli architetti di fama internazionale Bruno Moinard e Claire Betaille di 4BI & Associés. Abituati a lavorare in contesti esclusivi. L’intento è stato quello di offrire una lettura contemporanea di questa struttura, preservandone l'anima, l'attaccamento alla terra, alla natura e la sua caratteristica bellezza fatta di forme e contrasti e di un uso eccezionale del vetro. Dettagli curatissimi in un costante equilibrio tra passato, presente e futuro per un albergo simbolo della Costa Smeralda e dell’eccellenza turistica nel mondo.

PESCATORE E CALA DI VOLPE BEACH CLUB
È qui la festa. La nuova Costa Smeralda decolla in un tripudio di suoni, colori, sensi che si dilatano in un caleidoscopio di vibrazioni ed esplosione di divertimento. L’inaugurazione del Cala di Volpe Beach Club, gioiello sulla spiaggia di Li Itriceddi, ha visto tra gli ospiti Albano e Diletta Leotta, che hanno assistito alle incredibili evoluzioni dello spettacolo del “White Circus” con evoluzioni di pool dance, musica dal vivo, costumi, esibizioni incredibili in un contesto ambientale unico al mondo. Sabato sera la straordinaria inaugurazione del nuovo ristorante “Quattropassi al Pescatore” che si rinnova con la collaborazione con il famoso ristorante due stelle Michelin di Nerano dello chef Tonino Mellino: palmares da due stelle Michelin e che porta nel cuore di Porto Cervo i piatti cult che hanno reso famoso il suo ristorante di Nerano, nella costiera amalfitana. Albano, Diletta Leotta, Malika Ayane e Mario Biondi. Un tavolo di star, tra risate e spruzzate di talento, con Biondi che ha inscenato un sublime “flash mob” sonoro al piano davanti al magnifico tramonto su Porto Cervo. Un rifulgere di sapori di mare, tra cernia e tagliolini di calamari, con l’intermezzo canoro ad accendere Porto Cervo. In chiusura di serata la gradita visita di Renato Zero, che con un abbraccio con Albano e Mario Biondi ha portato istantanee della storia della musica italiana nel nuovo ristorante cult del gruppo Marriott International, che gestisce gli alberghi della Costa Smeralda per conto della proprietà di Qatar Holding.  Da decenni, Quattropassi è un punto di riferimento dell’alta cucina. La fusione tra i due storici ristoranti, Pescatore e Quattropassi, segna l’inizio di un nuovo percorso che porta in Costa Smeralda i piatti d’autore firmati da Mellino in un menu caratterizzato dall’utilizzo disposizione ingredienti sardi e di pesce freschissimo proveniente dal mare limpido della Sardegna.

 

CHIUSURA CON NOVIKOV.

Ieri sera si sono riaccese le luci a Porto Cervo, per l’inaugurazione del ristorante Novikov in Piazzetta a Porto Cervo. Arkady Novikov, ristoratore di fama internazionale, ha scelto la Costa Smeralda per il terzo anno consecutivo con il suo marchio Novikov. Dopo l’apertura del primo ristorante a Londra nel 2011, seguito da quello di Mosca nel 2013 e Dubai nel 2015, Novikov è approdato in Sardegna, per la prima volta, nel 2016 con un pop-up restaurant al Cala di Volpe.  Questa sera Novikov inaugura un nuovo ristorante nella storica piazzetta di Porto Cervo, una tra le destinazioni più glamour del Mediterraneo. Nel cuore del villaggio di Porto Cervo, Novikov porta l’eccellenza della cucina asiatica. L’atmosfera favolosa, la vista sull’incantevole baia e gli ingredienti sardi, contribuiranno ad esaltare la perfezione del menu fusion firmato Novikov. Il marchio Novikov è diventato sinonimo di prelibatezze gastronomiche di grandi chef, interior design contemporaneo, servizio impeccabile e un'atmosfera confortevole.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA