Questa sera la Dinamo in campo contro il Leicester Riders

OLBIA. Il Banco di Sardegna è pronto a scendere in campo per la terza e ultima sfida casalinga di regular season della Fiba Europe Cup: questa sera alle 20.30 sarà alzata la palla a due della partita di ritorno con i Leicester Riders. Per gli uomini di coach Esposito il Game 4 vale la qualificazione, con due giornate di anticipo, al prossimo turno della competizione: un obiettivo che la compagine isolana vuole conquistare dando il massimo sul parquet.

L’avversaria: Leicester Riders BC. La formazione inglese è la prima squadra britannica a prendere parte a una competizione continentale, a undici anni di distanza dalla partecipazione del Guildford Heat alla Uleb Cup: svanito il sogno di prendere parte alla Basketball Champions League, dopo l’eliminazione per mano dei danesi Bekken Bears, i Riders si presentano alla regular season di Fiba Europe Cup con l’entusiasmo e la voglia di fare bene della matricola. In panchina c’è coach Rob Paternostro, il cui cognome tradisce le origini italoamericane, che ha vinto due titoli nazionali (2013-2017) ed è stato eletto per cinque stagioni coach of the year. Il club ha puntato su un gruppo giovane e atletico, con alcuni rookie chiamati al debutto: tra questi ci sono i due giocatori classe 1994 Deandre Burnett, guardia, e l’ala Jairus Holder, prodotto di Jacksonville. Tra i sorvegliati speciali della squadra spiccano Trayvonn Wright, che fa rientro nel campionato inglese dopo le esperienze in Svezia e Grecia, e Kiefer Douse, giocatore canadese. Chiudono il roster i numerosi giocatori nazionali come Jamell Anderson, Harrison Gamble, Rema Lascelles e Andy Thompson. Il Leicester non ha ancora trovato la prima vittoria in Coppa: dopo la sconfitta con il Banco, gli inglesi hanno perso contro le formazioni magiare Falco Vulcano (80-65) e Szolnoki Olaj (82-79), scivolando in fondo alla classifica del gruppo H.

Biglietteria. È ancora possibile acquistare i tagliandi per assistere al Game 4: la biglietteria dello Store sarà aperta dalle 10 alle 13 e dalle 17 fino all’inizio del match. È possibile anche acquistare i biglietti per la prossima sfida di campionato LBA contro la Reyer Venezia, in agenda sabato 10 novembre alle 20.

Promozione studenti. La Dinamo Banco di Sardegna Sassari, in collaborazione con il Banco di Sardegna e con l'Università di Sassari, offre a tutti gli studenti universitari titolari di una carta prepagata BPERCARD UNISS la possibilità di assistere gratuitamente alle sfide casalinghe della Fiba Europe Cup 2018/19. Ai primi duecento studenti che si presenteranno alla biglietteria Dinamo di via Pietro Nenni, 2/22 (Dinamo Store - fronte ingresso PalaSerradimigni) e alla filiale del Banco di Sardegna di Piazza Castello, esibendo la BPERCARD UNISS e un documento d'identità, sarà consegnato un biglietto nel settore per assistere alla gara Dinamo Banco di Sardegna-Leicester Riders della regular season di Fiba Europe Cup. Superata la quota dei duecento tagliandi messi a disposizione, gli studenti titolari della BPERCARD UNISS avranno la possibilità di acquistare un biglietto per assistere al match al costo ridotto di € 10,00.

Baby parking. In funzione per tutte le gare di campionato e coppa il Baby Parking, servizio disponibile a partire da 45 minuti prima dell'inizio della partita. Costo di 6 euro: info e pagamento quota presso il Dinamo Store di via Nenni, di fronte al PalaSerradimigni (tel. 079 280068).

Corner Food&Beverage. Durante le partite casalinghe nei settori A, B e C del PalaSerradimigni sono presenti i corner Food&Beverage con i banchetti ristoro: gli esclusivi Hot Dog Oscar Mayer, pizzette, spianatine farcite, bibite e birra e tanti snack.  Il servizio è attivo a partire dall’apertura dei cancelli fino alla mezz’ora successiva alla fine della partita.

Dinamo Store. Il Dinamo Store è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato, 10-13 e 16:30-20. Nei giorni delle partite casalinghe, l’apertura si prolunga fino all’orario di inizio della partita e per la mezz’ora successiva al termine. 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA