Sagra del mirto Telti

Domenica alle 10.30 a Golfo Aranci la Remata di Natale per solidarietà

OLBIA. Domenica 16 dicembre i palischermi della Lega navale diventano natalizi. Alle 10.30 sul lungomare di Golfo Aranci davanti alla Sirenetta, prenderà il via la “Remata di Natale”, inserita all'interno del cartellone di eventi organizzato dal Comune per le feste.
Ogni anno amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Fasolino dedica una giornata degli eventi natalizi ai disabili, quest’anno ha voluto estendere l'iniziativa promuovendo una raccolta fondi che ha coinvolto tra i beneficiari delll'iniziativa di solidarietà anche  un'associazione che si occupa di un tema di grande attualità: la violenza sulle donne.

«Il ricavato della remata di Natale – spiega Giuseppe Fasolino - sarà utilizzato per finanziare progetti realizzati dalle associazioni galluresi che si occupano di disabilità e per aiutare  proprio i volontari impegnati nella lotta contro la violenza sulle donne. Un piccolo contributo per aiutare chi quotidianamente è impegnato a sostenere con il proprio operato situazioni di difficoltà».   
«Abbiamo chiesto alla Lega navale di Olbia e a quella di Golfo Aranci di supportare l’iniziativa del cuore con una classica Remata di palischermi, dichiara il consigliere comunale Paolo Madeddu, impegnato nell'organizzazione dell'evento. trovando subito supporto e collaborazione.»
«Come non raccogliere l’invito del Comune, con cui abbiamo una collaborazione ormai consolidata da due anni - dichiara il presidente della Lega navale di Olbia, Tonino Cassetta -. Siamo orgogliosi e felici di poter contribuire con la nostra attività remiera ad aiutare delle associazioni di volontariato»
 
La gara, che sarà commentata dallo speaker Tommy Rossi, si svolgerà su un percorso di 240 metri. Partenza dal centro e due virate. Per ora sono 14 le squadre di adulti iscritti alla competizione solidale. Lo spettacolo sportivo e di divertimento é assicurato. A rendere ancora più suggestiva la Remata sarà il tocco natalizio delle squadre, che remeranno indossando i cappellini natalizi.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS