Domani la Dinamo affronta la sfida con le V nere

OLBIA. Centrata la qualificazione alla semifinale di Fiba Europe Cup, con la incredibile vittoria in rimonta di mercoledì scorso, la Dinamo Banco di Sardegna si prepara alla terza sfida consecutiva nelle mura amiche. Domani a calcare il parquet del PalaSerradimigni sarà la Virtus Bologna di coach Djordjevic nel match valido per la 9° giornata di ritorno del campionato. Le V nere arrivano in Sardegna sulla scia dell’entusiasmo che ha portato il club a due importanti innesti: appena due settimane fa la Virtus ha salutato coach Pino Sacripanti dando il benvenuto sulla panchina bianconera a coach Aleksandr Djordjevic, pochi giorni prima all’ombra delle due torri è arrivato il campione Nba Mario Chalmers, alla prima oltreoceano.

Per gli uomini di coach GianmarcoPozzecco la sfida di domani rappresenta un test importante con l’opportunità di agganciare la parte alta della classifica e mettere un importante mattone in ottica qualificazione playoff. L’avversario tuttavia non è un cliente semplice: le V nere arrivano in Sardegna in gas, dopo l’arrivo di Djordjevic, con una sola sconfitta rimediata mercoledì in Basketball Champions League, nelle ultime quattro gare.

L’avversario: Virtus Bologna. In avvio di stagione le V nere hanno operato una piccola rivoluzione a partire dalla panchina dove, salutato coach Ramagli, protagonista del ritorno nella massima serie, è arrivato coach Pino Sacripanti, reduce dalle tre stagioni in Irpinia. Dalla passata stagione sono rimasti il capitano azzurro Pietro Aradori e Filippo Baldi Rossi insieme ai giovanissimi Pajola e Berti. La Virtus ha cambiato 4/5 di quintetto: in cabina di regia c’è Tony Taylor, lo scorso anno al Banvit dove ha viaggiato con una media di 12.3 punti e 4.2 assist, la guardia è Kevin Punter, statunitense classe 1993 in forze all’Aek Atene nella passata stagione.  Nello spot di ala è arrivato dall’Olimpia Milano Amath M’Baye mentre il centro è il capitano delle V nere Brian Qvale: classe 1989 che precedentemente ha vestito la maglia del Lokomotiv Kuban. In panchina ci sono David Cournooh, ex Siena, Brindisi e Cantù, l’ala Kelvin Martin, e il centro canadese Dejan Kravic. Per uscire da un momento di difficoltà, che non ha permesso di far decollare la stagione dei bianconeri, la Virtus ha piazzato un vero colpo di mercato portando in Italia Mario Chalmers, giocatore Nba che ha vinto ben due anelli con i Miami Heat. La serie di sconfitte però ha convinto il club a intervenire ancora e due settimane fa è stato salutato coach Sacripanti. La panchina bianconera è stata affidata a coach Sasha Djordjevic: il ct della Serbia ed ex giocatore di Milano, Partizan, Barcellona e Real ritorna in Italia nelle vesti di allenatore dopo l’esperienza sulle panchine di Milano e Treviso.

Biglietteria. Ancora disponibile qualche biglietto per assistere alla sfida di questa sera: la biglietteria dello Store oggi è aperta 10-13 e dalle 16 fino all’inizio del match. Si ricorda che è possibile acquistare anche i tagliandi per la sfida di ritorno dei quarti di finale di Fiba Europe Cup in agenda mercoledì alle 20:30.

Prenota la tua cena in Club House. Dopo la sfida Dinamo-Bologna, la Club House aprirà al pubblico la sua sala per la cena. Lo staff del locale è pronto ad accogliere chi desideri trascorrere il post partita in un’atmosfera accogliente e di autentica passione per il basket e per la buona compagnia. La proposta è un piatto a scelta tra hamburger, patatine fritte e insalata oppure würstel, patatine fritte e insalata, accompagnati da una bibita o da una 0.20 di birra (15 euro). Solo su prenotazione, chiamando il numero 079 275075 oppure direttamente in Club House (dalle 10:00 alle 13:00), entro le ore 13 di oggi.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS