Presentata la 25esima sagra del Mirto di Telti, tante novità e sorprese

OLBIA. La chitarra di Mauro Mibelli e la sua musica hanno introdotto la conferenza stampa di presentazione della 25esima edizione della sagra del mirto di Telti in programma dal 7 all'11 di agosto. L'incontro, moderato dalla giornalista Maria Pintore, si è svolto nella hall centrale dell'aeroporto Costa Smeralda tra curiosi e passeggeri in transito che sono stati in alcuni casi catturati dall'evento insolito. Presenti il sindaco di Telti Gianfranco Pinducciu, la presidente della Proloco di Telti Marilena Suelzu e il direttore artistico Mauro Mibelli.  Il sindaco ha preso la parola, dopo il momento musicale, per ricordare le origini della sagra  quando partì l'idea di una grande festa di popolo dedicata al mirto e ai suoi derivati.  Dall'idea originaria della semplice e casalinga lavorazione delle bacche, in questi venticinque anni sono nati tre produttori di Mirto: La Neula, Petra Manna e Galù (tutti presenti durante la presentazione della Sagra del Mirto).

Marilena Suelzu ha voluto riassumere alcuni degli eventi collaterali destinati a fare da contorno alla Sagra del Mirto: dai laboratori di pittura e tessitura fino alla cardatura e filatura della lana a cura dell'Associazione Ascunas, per non dimenticare la scuola di erboristeria popolare sarda. Mauro Mibelli ha illustrato le  serate musicali che dal 9 all'11 agosto caratterizzeranno l'evento : il 9 agosto dopo la Pricunta di Maria Antonietta  Pirrigheddu , sarà la volta di S'ard il raffinato spettacolo musicale a cura di Mauro Mibelli  che suonerà la chitarra e l mandoloncello,  con lui la talentuosa  Chiara Pilosu, Paolo Brandano alla fisarmonica, Beppe Albanese alle percussioni e il maestro Luigi Lai  che  ,reduce da una entusiasmante performance artistica con Sting,  si proporrà  in una magistrale esibizione con le  launeddas.  Sarà un vero cammino affidato alla musica, per capire e scoprire qualcosa in pìù dell'isola che accoglie e fa innamorare migliaia di persone in viaggio per scoprirla.

Il 10 agosto sarà la volta di Marino De Rosas alla chitarra, con lui Paolo Zuddas alle percussioni, Fabrizio Leoni al Contrabbasso, Barbara Magnoni voce Si tratta di un convìcerto evento caratterizzato dalle emozioni di un uomo attraverso i sentieri dell’Isola di Sardegna e le rotte del Mediterraneo. Una serata all'insegna della classe e della raffinata scelta dei brani I brani, tutti originali che traggono ispirazione dalla tradizione popolare Sarda, con influenze moderne di tutto il bacino del Mediterraneo e con occasionali riferimenti alla musica Celtica e al Jazz.

L'ultimo giorno l'11 Agosto, tanto folklore con: Gruppo Folk Nugiresa di Nuoro, Santa Lucia di Buddusò, Gruppo Folk Città diTempio e Coro Boci d'agliola di Telti. La serata sarà imprezosita dalla presenza dei Mamuthones e dei mini Mamuthones che proporranno anche il rito ancestrale della vestizione. Come ogni sagra che si rispetti, anche a Telti il cibo avrà la sua importanza. Grazie al lavoro dei tanti volontari e delle associazioni del territorio, sarà possibile far gustare alle migliaia di persone che giungeranno, alcune fra le pietanze tipiche del territorio. Un particolare ringraziamento va alla Geasar che ha accolto la presentazione della 25° Sagra del Mirto nella Hall dell'Aeroporto Olbia Costa Smeralda, all'interno dello  spazio impreziosito dalle istallazioni  della giovane artista romana Giorgia Concato. Telti ha un ricco patrimonio ambientale da offrire che insieme alla sua identità culturale, ricca di tradizioni, saperi e sapori, ha nell’ospitalita’ uno dei punti cardine delle proprie note distintive. Un luogo da visitare.

La Sagra del Mirto ha il Patrocinio della Regione Sardegna Assessorato Turismo e del Comune di Telti. Il sostegno di Petramanna, la Neula e Galù, la preziosa collaborazione dell'Associazione Ascunas e l'organizzazione  e della ProLoco di Telti.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica