PERSONAGGI

Lo chef di calciatori e vip Giorgio Barone lancia a Olbia la sua idea di home restaurant

di Davide Mosca
OLBIA. Il successo si crea con sacrificio, impegno e perseveranza, ma soprattutto con  passione. Ne è convinto l’olbiese Giorgio Barone, lo chef dei calciatori che, dopo aver girato mezzo mondo a caccia della ricetta perfetta e degli ingredienti  “magici” per i suoi piatti, ha raggiunto il top della sua affermazione professionale. Fuoriclasse del calibro di Kevin Prince Boateng e Alberto Aquilani, attualmente in forza alla Fiorentina uno come attaccante e l’altro come tecnico,  lo hanno scelto e chiamato alla propria corte per curare uno degli aspetti più importanti della vita di un atleta: la cucina e l’alimentazione personale e della propria famiglia. E lui non ha disatteso le loro aspettative conquistando i palati esigenti di questi calciatori e vip che oggi non possono più farne a meno. Il quotidiano sportivo numero uno in Spagna gli ha dedicato una pagina intera che si può visionare al seguente link.

«Aver vissuto in tanti paesi diversi e aver conosciuto tante persone mi ha arricchito tanto -ha commentato Barone-, così come l’esperienza fatta con questi sportivi di assoluto livello. Sono molto esigenti, gli orari e i menu si scelgono di giorno in giorno e bisogna sempre farsi trovare pronti, ma stare al loro fianco è un onore e un orgoglio personale.  Dal mio lavoro è nata poi una grande amicizia e fiducia con tutti loro: con Boateng, con Aquilani che è collaboratore tecnico dei viola, con il centrocampista dell’Inter Stefano Sensi e con il grande capitano Massimo Ambrosini oggi commentatore Sky. Tutti loro hanno dimostrato di essere dei grandi campioni non solo in campo, ma anche e soprattutto fuori». La passione di Barone per la buona cucina arriva da lontano: «Fin da piccolo -ha ricordato lo chef- ero affascinato dalla cucina delle mie due nonne, una di Buddusò e l’altra romana, e dai piatti che preparava mia mamma. Ma soprattutto quando tornavo da scuola e mia madre era a lavoro, dovevo accendere i fornelli e arrangiarmi. E da lì ho cominciato con le prime ricette, a sperimentare, a copiare con gli occhi. Poi qualche anno dopo ho iniziato con l’organizzazione di catering per eventi privati. Ricordo con piacere la mia prima esperienza in un ristorante italiano in Australia nel 1999. Lì ho esordito come secondo cuoco al fianco di uno chef calabrese che mi ha insegnato moltissimo».

Per molti anni Barone ha diretto il Kkult di Olbia e ha fatto da consulente ai tanti ristoranti del territorio e poi è partita l’avventura con i calciatori che lo hanno portato con loro a Barcellona, Gran Canaria, Francoforte, Modena. Da qualche mese, lo chef è ritornato nella sua città, Olbia, per mettere a disposizione la sua esperienza internazionale e lanciare la sua idea di ristorazione: «In questo periodo sto puntando sull’home restaurant -ha spiegato Barone- e sulla concezione di chef a domicilio. Io vedo la filosofia dell’home restaurant come quella delle cortes apertas. Si aprono le porte di casa a tutte quelle persone che cercano non solo buon cibo, ma anche la riservatezza, il calore delle mura domestiche, le spiegazioni delle ricette, dei racconti e dei consigli sul territorio da visitare. I clienti diventano ospiti e si instaura un rapporto diretto ed è quello che cercavo. In questo modo ho la possibilità di esprimermi al meglio andando a conoscere da vicino le persone per le quali sto andando a cucinare». La cucina mediterranea e quella sarda sono il suo forte, ma non mancano le contaminazioni fusion e le sperimentazioni dei piatti. Tra le gustose specialità di Barone ci sono gli gnocchi cozze (rigorosamente di Olbia) e pesto fatto in casa, tipico piatto di Ventotene, gli spaghetti bottarga e arselle, gli gnocchi di seppia su crema di patate allo zafferano e funghi con sbriciolata di amaretto sardo, il polpo croccante su crema di patate e zafferano e tanti altri piatti di terra e di mare che lo chef olbiese potrà proporvi sapendo accontentare al meglio i sensi e i gusti personali. Potrete seguirlo anche su Instagram e vedere le sue creazioni al seguente link.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA TÌROS