Il parere del comitato tecnico sulla riapertura delle discoteche in Sardegna era negativo

OLBIA. A darne notizia in home page sul sito web è la testata online Repubblica.it. Il giornalista Fabio Tonacci, autore dell'articolo, fa riferimento ad una mail inviata il 6 agosto scorso dai quattro componenti del comitato tecnico scientifico sardo all'assessore alla sanità Mario Nieddu e al direttore generale della sanità, Marcello Tidore nella quale si sarebbe sconsigliato fortemente la riapertura delle discoteche in Sardegna. Apertura che invece è stata autorizzata, qualche giorno dopo, l'11 di agosto con un'ordinanza firmata dal presidente della Regione Christian Solinas e che è stata al centro del servizio di Report andato in onda lunedì scorso. Oggi la vicenda  è oggetto d'indagine delle Procura della Repubblica di Cagliari e Tempio Pausania che indagano per il reato di epidemia colposa. Ora la nuova rivelazione sul parere del Cts sardo potrebbe dare un'accelerazione sugli sviluppi dell'inchiesta. Secondo quanto riportato dall'articolo di Repubblica il comitato composto da Stefano Vella, Francesco Cucca, Giovanni Sotgiu e Piero Cappuccinelli aveva bocciato la bozza dell'ordinanza di riapertura manifestando tutte le preoccupazioni per le distanze di sicurezza e sopratutto l'imnpossibilità di controllare il rispetto di tutte le misure si sicurezza. Nel frattempo la minoranza in consiglio regionale ha chiesto le dimissioni della giunta reigonale e una commissione d'inchiesta sulla questione.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Campionato Italiano Raid TT 2020