Terza giornata del 47esimo Campionato Italiano Windsurfer, disputate le finali Slalom

OLBIA. Cinque finali di Slalom e tre prove di Course Race hanno decretato il successo della terza giornata del 47esimo Campionato Italiano Windsurfer a Pittulongu, Olbia. Il vento di maestrale del mattino ha consentito di procedere subito con l’avvio delle batterie slalom che sono proseguite, poi, anche nel pomeriggio divertendo gli spettatori in spiaggia. Il campo di regata, infatti, è stato posizionato proprio a pochi metri dalla battigia per consentire a tutti di ammirare i duelli in acqua tra i campioni della disciplina. Una terza giornata baciata dal sole in questo ultimo week end d’estate e da venti di intensità intorno ai 10-12 nodi provenienti da maestrale, poi levante e infine scirocco. Per quanto riguarda la cronaca sportiva la giornata ha consegnato i primi vincitori delle finali slalom: Andrea Marchesi, dell’Ass. Sabazia ha trionfato tra i leggeri seguito da Luca Frascari della Esat Bay Yachting Club Anzio e da Bernard Buren. Primo posto, invece, nei medi leggeri per Marco Ferrera, seguito da Marco Casagrande entrambi dell’Albaria Asd e Roberto Soro del Circolo Nautico Olbia. Vittoria di Andrea Papa del Surfing Sports Pescara nella categoria dei medio pesanti seguito da Massimiliano Casagrande dell’Albaria Club e Alessandro Torzoni della Lega Navale Piombino. Ad agguantare la vittoria nella finalissima dei pesanti è stato, invece, Paco Cottone dell’Albaria Asd, seguito da Peppe Barone e dall’ottimo Angelo Usai, portacolori del Circolo Nautico Olbia.

“Lo slalom è molto divertente e tecnico, si gareggia in un campo molto stretto - ha commentato soddisfatto della prestazione Usai - dove è molto importante la partenza, perché ti devi subito smarcare dagli altri atleti e non bisogna commettere errori. Nel course race oggi abbiamo avuto un vento discreto e sono soddisfatto del risultato”.
L’atleta olbiese ha parlato anche delle long distance di domani:“Avremo una partenza spettacolare cosiddetta “a lepre” con tutti i 130 partecipanti in gara in acqua e un grosso gommone che tagliando una linea immaginaria darà lo start della competizione. Sarà emozionante”.

Nel Course Race dopo tre prove di giornata guida la classifica provvisoria dei leggeri, Andrea Marchesi dell’Ass Vela Sabazia, seguito da Marco Guida di Ronza del Nauticlub Castelfusano e Paul Leone al terzo posto. Tra i medio leggeri primo in classifica Marco Casagrande dell’Albania Asd, seguito da Marco Costagli della Lega Navale Piombino e Marco Ferrera dell’Albaria Asd. Continua, poi, a dominare la categoria dei medio-pesanti Alessandro Torsoni della Lega Navale Piombino, seguito al secondo posto dall’atleta del Circolo Nautico Olbia Nicola Campus e da Nicola Spadea dello Yacht Club Gaeta. Tra i pesanti in vetta spicca il nome di Paolo Cottone dell’Albania Asd, seguito da Peppe Barone del Circolo Canottieri Aniene Asd e Angelo Usai del Circolo Nautico Olbia. Sempre agguerritissime anche le donne con Giulia Clarkson del Windsurfing Club Cagliari che continua guidare la testa della classifica, seguita da Simona Cristofori del Tevere Remo Asd e dell’atleta gallurese Roberta Piras, dello Sporting Club Sardinia.

Domani sarà il grande giorno con la prova della long distance, del course race e del freestyle. Si assegneranno i titoli tricolori e i campioni italiani verranno premiati sul podio alle 17 sulla spiaggia Pittulongu.

Gli sponsor

Il Circolo Nautico Olbia è riuscito ad organizzare l’evento grazie alla sensibilità della Fondazione di Sardegna, del Comune di Olbia, della, Federazione Italiana Vela e dell’International Windsurfer Class Association.

Sponsor ufficiali della manifestazione sono: San Carlo, Taula Group, Euro Co.MI Mercedes Benz, First Bunker yacht fuel service, La Cantina del Vermentino di Monti, Wella, Acqua Smeraldina, Hotel Pozzo Sacro, Kapriol Italian Design, Cantina Gallura Tempio Pausania, Seabounty Tourist Services, Tecnoverde Garden e G-Tender, F.lli Uccula, Unipol SAI - Conti Assicurazioni, Tirrenia e Grimaldi, MaryAnn Fiorista, I Fresi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA