Controlli dei carabinieri a Olbia: tre arresti nelle ultime 48 ore

OLBIA. I Carabinieri del Reparto Territoriale di Olbia, nel corso di servizi programmati di controllo del territorio, hanno arrestato nelle ultime 48 ore tre persone in altrettante diverse operazioni di servizio.  Il primo a seguito di una richiesta al numero di emergenza 112 giunta da un bar del centro cittadino per una lite. I militari accorsi sul posto sono stati affrontati dall’aggressore che li ha aggrediti.  L’uomo è stato prontamente bloccato ed arrestato. Nella successiva perquisizione dell’auto è stato rinvenuto un coltello.

Altri due arresti nella notte di ieri dopo un doppio intervento delle pattuglie della stessa Sezione Radiomobile e della Stazione di Berchidda. Analogamente alla prima circostanza, un’altra richiesta di aiuto  è arrivata al 112 dal personale medico che mentre soccorreva un anziano bisognoso di assistenza medica erano stati ostacolati dal figlio dell’uomo. I carabinieri raggiunta l’abitazione si sono imbattuti nell’uomo che ha minacciato gli operai, brandendo un coltellaccio da cucina.  Disarmato e immobilizzato, l’uomo, avendo accusato un malore, è stato condotto in stato di arresto al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Olbia.

Qui, durante le cure dei sanitari, i carabinieri della Stazione di Berchidda impegnati nel piantonamento sono stati costretti a intervenire nel tentativo di calmare un altro paziente che, già sul posto per il triage, è andato in escandescenza a causa della prolungata attesa danneggiando alcune suppellettili ed altro materiale, tra cui una panchina che – all’atto dell’intervento di uno dei militari – ha spinto con violenza contro lo stesso, procurandogli una contusione alla mano destra e opponendo, poi, ulteriormente al controllo.  Prontamente bloccato, è stato anche lui tratto in arresto.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione