Situazione preoccupante a La Maddalena denunciata da "Un arcipelago senza plastica"

OLBIA. Grande partecipazione alla giornata ambientale promossa dall’Ente Parco e dal gruppo di Volontari “Un arcipelago senza plastica”(210 iscritti tra volontari e sostenitori), denominata “Arcipelago no Limits” dedicata a Edoardo Morosi, un giovanissimo di 14 anni scomparso tragicamente. Alla manifestazione hanno partecipato circa 120 volontari, compresi gli alunni del Nautico, Liceo linguistico e Scienze Umane che hanno operato nelle coste delle isole di La Maddalena, Spargi, Budelli, Razzoli, Santa Maria, Barrettini, Corcelli, e isola Piana. Sono stati raccolti circa 5 tonnellate di ogni tipo di rifiuto che in notevole parte sono stati caricati sul traghetto ‘Arpaia’ messo a disposizione dalla ditta GPD, a bordo di qualche gommone e sulla motonave Orient Express del consorzio ‘Le Meraviglie dell’Arcipelago’. Oltre alle motovedette della Guardia Costiera (due), della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, il gommone della Protezione Civile La Maddalena e la barca a vela della famiglia Plastina, vi hanno preso parte 13 gommoni messi a disposizione da privati, dalla Lega Navale e dall’Associazione Comparto Nautico. L'intervento ambientale ha inoltre portato alla luce sconcertanti ritrovamenti.

Infatti, il professor Giulio Plastina si è dedicato a ripulire il fondale di Porto Madonna e Santa Maria, dove sono state rinvenute molte bottiglie e laterizi sul fondale (Porto Madonna), mentre sul fondale di Santa Maria vecchie ancore e catene. Importante ritrovamento anche sulla bellissima spiaggia di Santa Maria da parte degli studenti del Nautico, Linguistico e Scienze Umane, che raccogliendo la microplastica hanno dissotterrato un vecchio sacco con all'interno lattine, bottiglie e vari rifiuti. A distanza dall'ultimo intervento nel nostro arcipelago (Ottobre 2021 - 6 tonnellate), sulle coste non abbiamo notato nessun miglioramento, oltre agli umani che abbandonano di tutto, il 'mare' continua a regalare ogni tipo di rifiuto. Dal 27 ottobre 2018 ad oggi sono state effettuate ben 64 uscite tra terra e mare (109 tonnellate), senza contare gli interventi (oltre 300), di piccoli gruppetti (prevalentemente da parte delle nostre volontarie). Il grande riscontro si è potuto raggiungere ai vari partner vicino al gruppo che permettono di contenere le spese dei volontari: l’Ente Parco, Delcomar, Maddalena Lines, Ma&Ma, Supermercati Nonna Isa, La coop di Via Balbo, CVC, Lega Navale, Consorzio Le Meraviglie dell’Arcipelago, Riviera di Gallura e L’Associazione Comparto Nautico La Maddaleba. Un ringraziamento all’Assessore Claudio Tollis, che non fa mancare il suo appoggio nelle varie uscite dei volontari
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA