60°ANNIVERSARIO

A Porto Cervo l'assemblea dei consorziati tra tradizione e futuro

OLBIA. Si è riunita questa mattina presso il Conference Center di Porto Cervo, l’Assemblea Ordinaria del Consorzio Costa Smeralda, presieduta dal Presidente Avv. Renzo Persico, dal Vice Presidente Mario Ferraro, dal Consigliere Franco Mulas e dal Direttore Generale Massimo Marcialis, durante la quale sono stati presentati ai consorziati programmi, strategie future, bilancio consuntivo e bilancio previsionale.

“Quest’anno la Costa Smeralda festeggia 60 anni della sua nascita. - Ha commentato Presidente Renzo Persico durante l’apertura dell’assemblea - Un percorso storico che ha dato vita alla Costa Smeralda, di cui tutti noi abbiamo la fortuna di poter beneficiare della sua magica dimensione. Il modello Costa Smeralda nasce dalla visione del Principe Karim Aga Khan che ha dato vita a un sogno, creando un intramontabile mito turistico. Grazie a questa visione si configurò uno stile iconico, definito appunto “stile Costa Smeralda”, fonte di ispirazione e di studi in tutto il mondo.

Alla sapienza e alla lungimiranza di chi seppe porre alla base del suo progetto i temi dell’eco-sostenibilità va unito il merito di chi oggi  continua a perpetuare quell’intuizione conservando, migliorando e adeguando ai cambiamenti sociali, demografici, tecnologici e ambientali, una destinazione turistica che grazie alla sua organizzazione privata e alla connotazione del suo territorio è riuscita a essere un riferimento competitivo di pari passo con l’evoluzione delle esigenze del turismo di lusso internazionale.”

Relativamente alle attività realizzate, nel corso del 2021 sono stati attuati  alcuni progetti  previsti dal piano strategico, finalizzati a incrementare i servizi per i consorziati e a creare valore per la destinazione, ma che hanno visto allo stesso tempo  il Consorzio protagonista nel suo ruolo di tutore del territorio, attraverso il potenziamento di investimenti finalizzati a preservare la natura secondo una logica di sostenibilità e con la modernità richiesta dalle strategie di sviluppo, affinché il mito della Costa Smeralda sia sempre ai primi posti tra le più esclusive destinazioni turistiche di lusso internazionali.

Il Consorzio ha proseguito nella sua opera di gestione di tutte le infrastrutture e del mantenimento dell’efficienza del Sistema. Quest’anno sono stati avviati inoltre i lavori per l’installazione della Fibra ottica FTTH, che doterà il comprensorio di eccellenti servizi digitali con accesso internet veloce, contribuendo a rendere la destinazione Costa Smeralda competitiva anche per il crescente mercato delle workation, oltre al rinnovamento di alcune delle attrezzature mediche all’interno di "Servizi Medici", l’ambulatorio del Consorzio Costa Smeralda, con l’installazione di un ecografo e un radiografo di ultima generazione per garantire un servizio medico di eccellenza.

Nell’ambito delle celebrazioni dei 60 anni del Consorzio Costa Smeralda, è stato creato un calendario ricco di iniziative, incontri, mostre, concerti e degustazioni, aperto a maggio con il Premio Letterario Costa Smeralda e che si protrarrà fino a ottobre, inclusa la presentazione del libro Costa Smeralda, che la prestigiosa casa editrice di New York Assouline ha voluto dedicare alla Costa Smeralda, includendola in una mappatura di luoghi leggendari tipici della collana Travel Series, di cui fa parte il libro e che rievoca le immagini più suggestive dei 60 anni della Costa Smeralda. Mentre il 13 agosto nella piazzetta principale di Porto Cervo ci sarà  la serata celebrativa dei 60 anni della Costa Smeralda dove si esibirà anche la grande interprete americana Amii Stewart.

Il ruolo del Consorzio – ha proseguito il Presidente Renzo Persico - oggi è quello di garantire il mantenimento della sua leadership di destinazione turistica iconica e tra le più rappresentative a livello globale, attraverso un percorso di eccellenze e di esclusività che non sono in competizione con altre destinazioni, ma che puntano alle proprie specificità. Un ringraziamento al nostro vicepresidente Mario Ferraro, che da cinque anni opera con intelligenza, sensibilità e rispetto per far sì che il mito della Costa Smeralda continui a vivere e splendere e che grazie alla sua strategia di diversificazione dell’offerta turistica prosegue nell’obiettivo di mantenimento di eccellenza mondiale della Costa Smeralda”.

Sostenibilità, ambiente, progetti infrastrutturali per una destinazione sempre più green, digitalizzazione, superamento delle barriere architettoniche, incremento dei servizi dedicati ai consorziati sono i pilastri della strategia del Consorzio Costa Smeralda. Nei prossimi anni il Consorzio darà luogo a investimenti che mirano a preservare la natura con progetti sostenibili e iniziative compatibili con la modernità richiesta dalle strategie di sviluppo per aumentare la qualità della vita, salvaguardare il paesaggio e ridurre l’impatto ambientale del comprensorio che gestisce allo scopo di rendere il territorio più sostenibile e ampliare l’offerta di servizi a disposizione di consorziati e degli ospiti della Costa Smeralda.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA