Ottimo successo per il centro ricreativo estivo di Arzachena

OLBIA. Il Comune di Arzachena e la società municipalizzata Ge.se.co surl hanno festeggiato ieri la chiusura del Centro ricreativo estivo nel plesso scolastico del borgo di Cannigione. Dallo scorso 4 luglio, cento bambini hanno frequentato il servizio che termina ufficialmente ieri, 31 agosto, con l'ultimo giorno di attività. Promosso dall'assessorato ai Servizi Sociali coordinato da Alessandro Careddu, il centro è da sempre una garanzia per le famiglie. Visto il gran numero di domande pervenute lo scorso giugno, ben 155, il Comune ha ampliato a cento il numero degli ammessi previsto inizialmente in un massimo di 80 minorenni.
 
“Arrivano sempre più richieste per la partecipazione dei bimbi al centro ricreativo comunale, che rappresenta un punto di riferimento e una garanzia per i genitori lavoratori durante la stagione estiva - spiega Alessandro Careddu, assessore ai Servizi Sociali e Protezione civile -. Per due mesi, i bambini dai 3 agli 11 anni sono impegnati dalle 8.30 alle 17.30 in attività ludiche e sportive coordinati da un team di educatori professionisti. Inoltre, i bimbi trascorrono almeno 2 ore al mare il mattino presto accompagnati dallo staff e dai bagnini. Quest'anno è stato reintrodotto anche il servizio mensa dopo le limitazioni per la pandemia. Tanti genitori si sono complimentati per il servizio e ne siamo molto soddisfatti. Il centro ricreativo è un servizio essenziale, offerto con costi calmierati grazie ai contributi comunali, che va incontro alle esigenze delle famiglie di oggi, in cui entrambi i genitori lavorano mattina e sera. Malgrado sia stato difficile reperire il personale specializzato, abbiamo recuperato ulteriori fondi e risorse umane per garantire l'accesso a 100 bambini, anziché 80, con una spesa di oltre 130 mila euro, incluso il trasporto su scuolabus fino all'istituto e in spiaggia”.
La festa di chiusura del centro estivo è stata organizzata anche grazie alla collaborazione dell'ufficio Informagiovani e di sponsor privati che hanno fornito musica, animazione e le torte.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA