Porto Cervo, al via i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche

OLBIA. La Costa Smeralda diventa sempre più accessibile: partirà il prossimo inverno un importante progetto infrastrutturale che prevede la realizzazione di un percorso pedonale per il superamento delle barriere architettoniche, realizzato dal Consorzio Costa Smeralda e studiato in collaborazione con il Comune di Arzachena.  I lavori – che inizieranno nel mese di ottobre e che dovrebbero terminare entro l'inizio dell'estate 2024 – vanno ad aggiungersi agli interventi effettuati dal Consorzio negli anni scorsi: parcheggi, percorsi tematici-naturalistici che attraversano la macchia mediterranea a cui si aggiungono i 12 chilometri di marciapiedi che collegano le varie aree di Porto Cervo, che hanno consentito di migliorare l'accessibilità e la fruibilità della destinazione e di aumentare la qualità dell'esperienza di consorziati, ospiti e visitatori.
I prossimi lavori di abbattimento delle barriere architettoniche riflettono l'impegno e il ruolo istituzionale del Consorzio che ha tra i suoi obiettivi quello di offrire sempre più servizi per consorziati e turisti, tutelare l'ambiente e realizzare opere di urbanizzazione che possano migliorare l'accessibilità e la fruibilità della destinazione.

Il piano di interventi prevede un adeguamento degli attuali collegamenti pedonali, a partire dalla Piazzetta Centrale di Porto Cervo fino al Vecchio Porto, per rendere il movimento pedonale più agevole, accessibile e sicuro a tutti gli utenti della Costa Smeralda, creando allo stesso tempo dei percorsi pedonali ancora più panoramici sulla baia di Porto Cervo. “Il progetto di abbattimento delle barriere architettoniche – commenta Mario Ferraro, Vicepresidente del Consorzio Costa Smeralda – è parte della strategia DEI (Diversity, Equity & Inclusion) del Consorzio che, come uno degli obiettivi principali, prevede di promuovere iniziative e strategie volte a favorire l'inclusione sociale.  Desidero ringraziare il Comune di Arzachena per il supporto e l'attenzione che ha sempre garantito alle attività del Consorzio: oggi andiamo a porre assieme un nuovo tassello per rendere più accessibile la nostra destinazione migliorando la fruibilità alle persone con mobilità ridotta, alle famiglie con bambini, agli anziani a partire dalla prossima stagione turistica”.

«Abbiamo la fortuna di vivere e operare in un territorio noto, amato e apprezzato per le sue risorse naturali e le bellezze paesaggistiche, che viene preso come punto di riferimento nel mercato internazionale del turismo, come confermano le numerose presenze registrate anche questa estate - aggiunge il sindaco del Comune di Arzachena, Roberto Ragnedda -. Per questo, è nostra responsabilità impegnarci e lavorare nell'ottica di sviluppare e salvaguardare la destinazione per offrire sempre migliori servizi e soddisfare standard di qualità in continua crescita. La collaborazione tra Comune e Consorzio Costa Smeralda è attiva su molti fronti per la valorizzazione di Arzachena: un rapporto virtuoso che, oggi, sfocia in questo progetto di eliminazione delle barriere architettoniche con cui rispondiamo all'esigenza di rendere il borgo di Porto Cervo sempre più accessibile e fruibile da tutti».


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione