Via libera del consiglio comunale di Olbia al referendum sul Piano Mancini

OLBIA. Con diciotto voti favorevoli e quattro contrari è passata in consiglio comunale l'ammissibilità del quesito referendario sul Piano Mancini. Così nell'occasione delle elezioni regionali del 24 febbraio prossimo i cittadini olbiesi si troveranno davanti anche la scheda relativa alla questione più dibattuta nella storia della città di Olbia. Da una parte c'è il Piano Mancini, caldeggiato dalla Regione Sardegna e dal commissario governativo per l'attuazione del Piano di mitigazione del rischio idrogeologico, dall'altra il sindaco Nizzi e la sua amministrazione che ritengono che il suddetto Piano sia irrealizzabile, troppo costoso e che la soluzione sia da individuare in un Piano alternativo. L'opposizione in consiglio comunale ha attaccato la maggioranza accusandola di continuare a rallentare l'avvio dei lavori. Ma il primo cittadino ha così risposto: "Noi siamo convinti di quanto stiamo facendo, l'acqua deve stare fuori dalla nostra città e non vogliamo nessuna vasca di laminazione, ma  un unico canale scolmatore che arrivi fino al Rio Siligheddu.

Il nostro progetto costa 156 milioni di euro contro i 172 previsti dal Piano Mancini. Per questo motivo stiamo chiamando i cittadini a scegliere tra i due progetti. E la politica dovrà tenere conto della volontà popolare". Di parere diverso il consigliere di opposizione della Coalizione Civica e Democratica, Rino Piccinnu: "Non si era mai ricorso ad un referendum su opere così importante pe rla città. Di fatto non stiamo lasciando decidere ai cittadini, ma con il quesito diamo carta bianca al sindaco e all'amministrazione". Sulla stessa linea Ivana Russu. " Questo referendum non porterà a nessuna decisione concreta al livello tecnico amministrativo, ma sarà solo una prova di forza politica".

 
Il secondo punto all'ordine del giorno riguardava, invece, la realizzazione dell'Ecocentro nella frazione di Rudalza. La mozione è stata votata dalla maggioranza ed è stata accolta con favore dal delegato di frazione Gigi Paddeu che ha spiegato come i residente aspettassero da tempo questo provvedimento.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA