L'Olbia non passa a Pistoia e finisce 2-1 per i toscani

OLBIA. È arrivata una sconfitta. Dal Melani di Pistoia, l'Olbia riparte con un pugno di mosche vedendo interrompere la striscia di vittorie consecutive che durava da tre stagioni. A fare la differenza, alla fine dei conti, sono state la voglia e la determinazione messi in campo dagli arancioni di Pancaro, che nella ripresa approfittano di un'Olbia troppo timida e, con una fiammata, portano a casa l'intera posta.
La gara, giocata su ritmi molto bassi e compassati da entrambe le squadre, ha vissuto di un sostanziale equilibrio di forze, rotto nel primo tempo da un dubbio calcio di rigore assegnato alla Pistoiese al 20' di gioco dal signor Zamagni per un presunto contatto irregolare in area. Dal dischetto Van der Want intuisce il diagonale di Falcone ma non ci arriva. La Pistoiese passa così in vantaggio alla prima occasione utile, mentre l'Olbia continuava a mangiarsi le mani per la ghiotta occasione da rete non capitalizzata da Pennington in avvio su suggerimento di Parigi.
Sotto di una rete, i bianchi imbastiscono tuttavia la reazione che serve e al 40' trovano il pari con Lella, che raccoglie una palla al limite dell'area, perfora le maglie arancioni e batte Plisseri con un preciso tocco di esterno destro. Prima di andare al riposo c'è ancora tempo per un sussulto: Pitzalis crossa bene dalla sinistra, Pennington addomestica bene la sfera, ma gira senza riuscire ad angolare a sufficienza.
Nella ripresa, il colpo di testa di Gucci al 51' che termina alto sopra la traversa è l'unica azione degna di nota fino a quando, al 73', Mastino prima conquista e poi subito dopo perde un pallone che Falcone mette al centro e Stijepovic, lasciato solo, deposita in rete. La rete subita risveglia l'Olbia dal torpore, ma la reazione è tutta in due conclusioni di Biancu che Plisseri governa senza patemi. Van der Want alza in corner il potente colpo di testa di Bortoletti, poi nel finale si contano tre corner per l'Olbia e poco più.
La Pistoiese batte l'Olbia per 2-1.  
TABELLINO
Pistoiese-Olbia 2-1 | 8ª giornata
PISTOIESE: Pisseri, Dametto (44’ Mazzarani), Terigi, Camilleri, Spinozzi, Llamas (61’ Cerrettelli), Valiani (61’ Vitiello), Bordin (61’ Stijepovic), Ferrarini, Falcone (78’ Bortoletti), Gucci. A disp.: Salvalaggio, Tartaglione, Morachioli, Viti, Tempesti, Capellini, Cappelluzzo. All.: Giuseppe Pancaro
OLBIA: Van der Want, Mastino, Gozzi, Pisano, Pitzalis, Lella (84’ Verde), Muroni, Pennington (68’ Vallocchia), Biancu, Parigi (60’ Doratiotto), Ogunseye. A disp.: Crosta, Barone, La Rosa, Zugaro, Dalla Bernardina, Miceli, Belloni, Manca, Demarcus. All.: Michele Filippi
ARBITRO: Tommaso Zamagni di Cesena. Assistenti: Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Mattia Regattieri di Finale Emilia
MARCATORI: 21’ rig. Falcone, 40’ Lella (O), 73’ Stijepovic
AMMONITI: 45’ Bordin, 51’ Mazzarani, 53’ Pennington (O), 65’ Pisano (O), 86’ Doratiotto (O)
NOTE: Recupero: 3’ pt; 3’ st. Prima dell’inizio della gara, è stato osservato minuto di silenzio in memoria di Giorgio Squinzi, industriale italiano e proprietario del Sassuolo scomparso in settimana all’età di 76 anni.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS