Golfo Aranci

Premiati i migliori carri nella festa finale di carnevale a Cannigione

OLBIA. Domenica 1 marzo Arzachena ha festeggiato il gran finale del carnevale con la sfilata nel borgo di Cannigione e la premiazione dei concorsi. Il Carnevale Arzachenese è stato organizzato dal comitato Chissi di Lu Carrasciali in collaborazione con il Comitato Fidali 80/95 e con patrocinio e finanziamento del Comune di Arzachena. Un pubblico di oltre duemila persone ha seguito l'evento che ha avuto come protagonisti centinaia di figuranti, 8 tra carri e macchine allegoriche e 10 gruppi mascherati.
 
L’evento si è concluso con la proclamazione dei vincitori dei concorsi per miglior carro, conquistato da Hansel e Gretel; miglior gruppo mascherato, vinto da Li Pavoni; miglior costume, assegnato a Li Trampuleri; migliore coreografia, aggiudicato a Lu Puddagghju; migliore macchina, attribuito a I Cefalopodi. Il premio novità di quest’anno per il carro più ecosostenibile è andato a Peaky Blinders. La menzione speciale, invece, l’hanno conquistata Le farfalle scotte Barilla, Le hostess, Pinocchio e, fuori concorso, gli ospiti da Santa Teresa Gallura per l’interpretazione di Moulin Rouge. Una medaglia per la partecipazione l’ha meritata il gruppo mascherato L’Isola che non c’è. Queste le preferenze espresse dalla giuria formata da Nathalie Chiodino, insegnante di danza e direttore artistico della sezione danza dell’Accademia arte Arzachena, Manuel Marotto, ingegnere e organizzatore di eventi, Antonio Asara, pittore, designer e maestro della cartapesta del Carnevale di Tempio.
 
 
Il Carnevale Arzachenese è stato promosso come evento plastic free caratterizzato da una sempre maggiore attenzione alle tematiche ambientali, in linea con le politiche di salvaguardia del territorio e del mare che l’Amministrazione comunale promuove e sostiene con ogni mezzo. Sono state rafforzate anche le misure di sicurezza rispetto alle precedenti edizioni in accordo con le Forze dell’Ordine. Per garantire l’incolumità dei figuranti e del pubblico, il sindaco Roberto Ragnedda ha emesso un’ordinanza urgente lo scorso 25 febbraio per impedire l’utilizzo di oggetti atti a offendere, in particolare materiale pirotecnico e spray urticanti, ma anche di lattine, bottiglie in vetro e contenitori di liquidi in genere in tutta l’area della manifestazione.  

Il programma ha preso il via lo scorso 20 febbraio e ha proposto gli appuntamenti più amati dagli arzachenesi di ogni età come la degustazione delle ricette tipiche Fai e Laldu e Frisgioli longhi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione