La Volley Hermaea raggiunge l'accordo con Karin Barbazeni

OLBIA. La Volley Hermaea Olbia è lieta di annunciare il raggiungimento di un accordo con Karin Barbazeni, centrale reduce da un biennio in A2 con la maglia del CDA Talmassons.

LA CARRIERA - Nata a Rovereto (Trento) il 24 febbraio 1999, Barbazeni è alta 195 centimetri. Il suo percorso pallavolistico è iniziato nelle fila del Basilisco Volley Mezzocorona, poi, a 16 anni, si è trasferita all'Argentario Trento, formazione in cui è cresciuta fino ad approdare alla prima squadra. Cinque stagioni in crescendo tra B2 e B1 hanno poi attirato le attenzioni di Talmassons, che l'ha portata per la prima volta in A2. In Friuli, la nuova giocatrice olbiese è riuscita pian piano a ritagliarsi un ruolo di primo piano all'interno del roster giocando spesso da titolare, specie nella prima fase dell'ultimo campionato.

Studentessa di Scienze e Tecnologie Alimentari all'Università degli Studi di Udine, nel suo percorso giovanile ha avuto anche l'opportunità di vestire la maglia della Nazionale Under 16 per il Torneo degli Appennini.

LE DICHIARAZIONI - "È la prima volta che mi allontano così tanto da casa - spiega l'atleta - nonostante ciò non ho avuto titubanze nell'accettare la proposta della società. L'Hermaea è una realtà ormai consolidata da tanti anni in A2, e che ha avuto modo di farsi apprezzare per la sua serietà. Queste referenze positive, unitamente alla prospettiva di giocare titolare, mi hanno convinta immediatamente. Il nostro sarà un gruppo giovane e dunque caratterizzato da ampi margini di miglioramento. Se lavoreremo duro in allenamento e in partita potremo toglierci delle soddisfazioni".

Il presidente Gianni Sarti accoglie così la nuova centrale: "L'ho vista giocare in alcune occasioni - ammette - soprattutto nella parte finale dello scorso campionato, e ho pensato subito che avesse le carte in regola per arrivare lontano nel mondo del volley. Per questo motivo ho cercato di battere sul tempo la concorrenza e portarla a Olbia il prima possibile. Mi piace pensare che la trattativa sia stata semplificata anche dalla presenza di Jenny Barazza nel ruolo di direttore sportivo. Non vediamo l'ora di accoglierla all'Hermaea e siamo certi che darà un ottimo contributo alla causa".
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA