Ancora impossibile rinnovare la patente a Olbia, Li Gioi: "Commissione medica locale ancora al palo"

OLBIA. “Diabetici, cardiopatici, dializzati, epilettici, trapiantati, persone con importante riduzione della vista, invalidi e anche gli autotrasportatori con più di 60 anni. Sono tantissime le persone che per conseguire o rinnovare la patente di guida non possono rivolgersi a un singolo medico certificatore, come avviene nella gran parte dei casi, ma devono necessariamente fare riferimento alle Commissioni mediche locali (CML) costituite presso i servizi delle aziende sanitarie locali che devono valutarne i requisiti psico-fisici”.
“In questo momento la situazione che si vive a riguardo in Gallura è decisamente intollerabile – osserva Roberto Li Gioi - in quanto, la Commissione preposta, pur essendo stata modificata con il decreto n. 151 del 31 dicembre 2020 del Presidente della Regione, a tutt'oggi non è operativa. Sono centinaia le segnalazioni da parte di utenti che sono costretti a recarsi a Sassari o a Nuoro per sottoporsi alla visita obbligatoria”.

“Una condizione che a distanza di quasi un anno e mezzo dal provvedimento del Presidente Solinas non può più essere tollerata. I disagi patiti dai cittadini galluresi sono evidenti ed è assurdo che la Regione non abbia ancora provveduto ad attivare un servizio che esiste solo sulla carta”.
“Ecco perché ho presentato una mozione che impegna il Presidente della Regione e l'assessore alla Sanità ad adottare con la massima urgenza ogni iniziativa utile a dare piena operatività alla Commissione Medica Locale costituita presso la ex ASL di Olbia”.
Così il consigliere regionale del M5s Roberto Li Gioi ha portato il caso della Commissione olbiese per il rinnovo delle patenti all'attenzione del Consiglio regionale.
“I cittadini galluresi sono inspiegabilmente discriminati. É ora di restituire alla città un servizio indispensabile”.


Tags: Olbia Li Gioi
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione