Mirtò e Rally Terra Sarda di nuovo insieme a Porto Cervo

OLBIA. Mirtò e il Rally Terra Sarda proiettano la Sardegna nel mondo con un altro evento di caratura internazionale. La decima edizione dell'importante evento motoristico, in programma dal 7 al 9 ottobre e articolata su 73 chilometri cronometrati “disegnati” dalla Porto Cervo Racing nella spettacolare cornice offerta dalla Gallura, sarà infatti valida come ultima tappa del Tour European Rally e della Coppa Rally di Zona 9.
Il festival internazionale del mirto ha scelto così di sposare un altro evento di rilevanza mondiale per valorizzare cultura, sapere e tecnica delle eccellenze sarde. Questa volta il Villaggio Mirtò, nella Promenade du Port di Porto Cervo, con il brand Casa Sardegna, punta a far conoscere l'Isola attraverso Porto Cervo, raccontando anche la storia dei 60 anni della Costa Smeralda: sinonimo di eccellenza nel turismo mondiale. Il circuito Ter, infatti, porterà Mirtò e la Porto Cervo Racing, attraverso le prove del rally, in giro per il mondo: le prove, infatti, si disputeranno dalla Svizzera alla Francia, in Georgia, Nuova Zelanda, Giappone e Messico.
L'evento motoristico, seguito dalla stampa e le tv di tutto il mondo, rappresenta quindi un'occasione imperdibile per diffondere il brand Sardegna, grazie al finanziamento dell'assessorato regionale al Turismo, legato alle eccellenze artistiche, della cucina, promuovendo la destinazione da Porto Cervo e dalla Costa Smeralda verso un pubblico mondiale.

VILLAGGIO MIRTO'.  Mirtò, il Festival internazionale del mirto e la Porto Cervo Racing proporranno all'interno del Villaggio Mirtò una serie di eventi collaterali incentrati su archeologia, artigianato ed enogastronomia. I piloti dei team stranieri cucineranno i piatti con prodotti tipici sardi davanti alle televisioni di tutto il mondo, consentendo così di far conoscere la grande tradizione dell'isola, anche delle zone dell'interno.
Un punto qualificante dell'offerta di comunicazione legata all'evento sarà anche rappresentato da Radio Mirtò, che dopo il grande successo della tappa mondiale del Rally d'Italia-Sardegna, disputata due anni fa ad Olbia, ripropone il format di interviste, approfondimenti e speciali legati al Rally Terra Sarda, che verranno trasmessi su emittenti nazionali e regionali e sulle pagine social dell'evento.

CUCINA IN LIMBA
. Un altro momento importante sarà venerdì 7 ottobre, quando all'interno del Villaggio Mirtò la giornalista Maria Antonietta Piga realizzerà un programma di cucina in lingua sarda, che si inserisce nel progetto della prima Biblioteca didattica sarda dell'enogastronomia, inaugurata a Nuchis grazie alla collaborazione tra il Comune di Tempio Pausania e Mirtò. La grande tradizione della cucina e della cultura sarda entra così a far parte del circuito mondiale del rally, aiutando ancora una volta a promuovere l'Isola nel mondo.

IL PODIO COL NURAGHE. Uno sguardo alla storia antica della Sardegna che si declinerà in una novità assoluta pensata e realizzata da Mirtò in collaborazione con la Porto Cervo Racing per il Rally Terra Sarda. Il podio per la premiazione degli equipaggi vincitori sarà costruito con un nuraghe, alto quattro metri. Un progetto curato nella parte scientifica da Franco Campus e il Comune di Ittireddu, insieme a Viviana Pinna di Mirtò.

GLI ALTRI EVENTI. Poi arte e cultura, insieme all'archeologia e all'enogastronomia, saranno al centro di una serie di attività che si svolgeranno sempre all'interno del Villaggio Mirtò. Venerdì 7 ottobre l'apertura del villaggio alle ore 10 a Porto Cevo, nel Molo Vecchio, con eventi ed animazione. Alle 18 si svolgerà la cerimonia di presentazione degli equipaggi e a seguire ci sarà l'apertura dello spazio artistico e dell'artigianato sardo alla Promenade du Port, oltre all'animazione con i gruppi folk e il concerto live di Daniele Barbato Boe e Pino Piu, componenti del gruppo Ammerare. In serata i fuochi d'artificio. Il programma proseguirà anche sabato 8 e domenica 9 ottobre, con la premiazione finale prevista alle 15,30 al Molo Vecchio di Porto Cervo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione