Tutto pronto per la prima della "Cenerentola"a Tempio Pausania

OLBIA. «Un orgoglio e un esempio»: si è espresso in questi termini l'assessore regionale alla Cultura Andrea Biancareddu riguardo la “Cenerentola” di Rossini in programma il 14 e il 16 ottobre al Teatro del Carmine di Tempio. Parole di elogio per un evento di importanza storica, che si pone come apripista per il territorio. L'opera, ideata e realizzata dall'Accademia musicale Bernardo De Muro in collaborazione con l'Accademia rossiniana del Rossini Opera Festival, rappresenta infatti la prima produzione operistica made in Gallura.
C'è grande attesa per la “Cenerentola”, appuntamento d'esordio dell'edizione 2022 del “Festival Bernardo De Muro”, in scena nel fine settimana. Qualche giorno fa si era tenuta la presentazione ufficiale, avvenuta al Palazzo comunale di Tempio alla presenza della presidente dell'Accademia De Muro Sara Russo e il direttore artistico Fabrizio Ruggero, il sindaco di Tempio Gianni Addis, l'assessore alla Cultura Monica Liguori, l'assessore al Turismo Elizabeth Vargiu e, in collegamento dalle Marche, Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro, presidente del Rossini Opera Festival, e Cristian Della Chiara, direttore generale del Rossini Opera Festival.

La Regione Sardegna sostiene l'iniziativa e l'assessore alla Cultura Andrea Biancareddu interviene per ribadire «il pieno appoggio a un evento che rappresenta un orgoglio non solo per la città di Tempio ma per l'intero territorio gallurese – questo il suo commento –.  In un territorio dove esiste la tradizione della lirica, è la prima volta che si parla di un'opera prodotta e proposta proprio da una realtà della Gallura e questo è un esempio positivo e un forte segnale di incoraggiamento». La “Cenerentola” come evento apripista: «L'auspicio, ma è già volontà comune di tutte le parti in causa, è di non lasciare queste due serate di Opera isolate ma pensare a una programmazione annuale». Infine, un plauso all'accademia organizzatrice, «che ha portato avanti questo progetto ambizioso in cui la Regione e l'assessorato hanno creduto fortemente, e creato un ponte con le eccellenze di Pesaro. Tra i protagonisti della “Cenerentola” ci sono alcuni sardi: l'obiettivo è creare una filiera delle maestranze nell'isola e in Gallura».
È ormai tutto pronto per la Prima del dramma giocoso in due atti di Jacopo Ferretti con musica di Gioacchino Rossini. L'allestimento è in via di completamento e questi sono i giorni delle ultimissime prove generali. La “Cenerentola” va in scena sotto la direzione del maestro Andrea Solinas e la regia di Matteo Anselmi. Nel cast, Tamar Ugrekhelidze è Angelina-Cenerentola, Claire Coolen è Tisbe, Aleksandra Szmyd è Clorinda, Gianluca Lentini veste i panni di Don Magnifico, Valerio Pagano quelli di Alidoro, Marco Puggioni è Don Ramiro e Carlo Sgura è Dandini.
Sono già attive le prevendite per “La Cenerentola” in scena al Teatro del Carmine di Tempio il 14 ottobre alle ore 20:30 e il 16 ottobre alle ore 17:00. È possibile acquistare i biglietti direttamente all'ufficio turistico cittadino presso lo Spazio Faber a Tempio o contattando il numero 379.2701862 o la mail info@accademiabernardodemuro.it.   
                                                                                                                                                                
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA