Ritorna la meraviglia del Festival Letterario "L'isola delle storie" a Gavoi

OLBIA. Il Festival Letterario della Sardegna L'Isola delle Storie prenderà il via ufficialmente domani, giovedì 4 luglio, con un pomeriggio dedicato all’arte: in programma l’inaugurazione delle mostre di questa XVIII edizione, e, nel dopocena, l’atteso ritorno del Concerto per l’Europa.

Le mostre
La giornata inizierà a partire dalle ore 18:30 con l'inaugurazione delle mostre che saranno visitabili nei giorni di Festival.
Il Museo del Fiore Sardo ospiterà il progetto presentato dal MAN-Museo d’Arte Provincia di Nuoro Interazioni antologiche. L’alveare e l'enciclopedia dell’artista Francesco Panozzo, curato da Chiara Gatti ed Elisabetta Masala. La bellezza delle sculture esposte - dieci volumi dell'Enciclopedia Treccani nei quali, nell’arco sei mesi, 28 famiglie di api hanno costruito i loro favi, capolavori di natura, attorno alle legature usurate di libri destinati al macero - sta nella geometria e nell’imprevisto, nelle leggi del creato e nel senso di adattamento. L’opera esposta a Gavoi fa parte del più ampio progetto "DIORAMA Generation Earth" in programma al MAN dal 5 luglio al 10 novembre, una mostra che si interroga criticamente sulla nostra posizione all'interno della biosfera. 

La mostra sarà visitabile da venerdì 5 a domenica 7 luglio dalle ore 10:00 alle 21. Altro appuntamento imperdibile, presso gli spazi dell’Ex caserma, è quello con la mostra di illustrazione Stardust. Per la Terra. Per noi. E per i bambini che verranno di Hannah Arnesen. Nel lavoro di Arnesen, argomenti al centro del nostro presente come crisi climatica e caducità della vita, diventano un percorso appassionante attraverso emozioni capaci di catturare occhi e cuore di giovani e adulti, capaci di indurci all’ascolto della voce del pianeta. In questo gigantesco lavoro, all’accorato canto, alle immagini pittoriche, si giustappongono, in alcuni momenti chiave, grafici a carattere scientifico che rendono immediatamente visibile lo stato della Terra. L’esposizione - che resterà aperta da venerdì 5 a domenica 7 luglio, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00 - presenta 50 tavole realizzate con acrilico e acquerello, è stata allestita per la prima volta a Roma ad aprile 2024 e arriva ora in Sardegna per L’Isola delle storie.

Sempre giovedì e sempre negli spazi dell’Ex caserma inaugureranno anche le tre mostre bibliografiche a cura dell'Associazione Culturale Lughenè che arricchiscono il programma del Festival.  L’Isola delle Storie a matita di Claudia Piras, il diario di un viaggio alla scoperta de L’Isola delle Storie di Gavoi per vivere le letture, gli incontri, gli spettacoli attraverso le matite e gli inchiostri dell’illustratrice di Cala Gonone. Il mondo (che) parte da un libro, un ampio spazio dedicato alla fascia 0-5 anni che raccoglierà le ultime e migliori produzioni editoriali rivolte ai più piccoli e che proporrà anche, nei giorni di festival, un momento di lettura condivisa, una comoda sala dove bambini e adulti potranno leggere insieme le novità, ma non solo. Solo una noche di Andrea Antinori che presenta tutti gli albi dell'autore e illustratore, vincitore di numerosi premi tra cui l’ultimo nel 2023 al Bologna children’s book fair, offrendo un'occasione unica per conoscere meglio il suo lavoro.

Infine, i muri di via Roma ospiteranno la mostra fotografica a cielo aperto L’Isola di Enrico, con una selezione di immagini catturate durante le passate edizioni del Festival dalla sensibilità artistica di Enrico Lai.

Inaugurazione ufficiale e Concerto per l'Europa
Nel dopocena, alle ore 21:30, nel giardino comunale Binzadonnia, si inaugurerà ufficialmente questa XVIII edizione e, a seguire, alle 22:00, si terrà l’atteso Concerto per l'Europa: la produzione musicale originale esito della residenza artistica nata nel 2012 dalla collaborazione tra l’Associazione L’Isola delle Storie e gli Istituti di Cultura stranieri in Italia, con il patrocinio dell’EUNIC, European Union National Institutes for Culture.
Questi i sei musicisti invitati per il 2024: Nikolaj Nikitin (sassofono - Istituto Slovacco a Roma), Miroslav Hloucal (tromba – Centro Ceco di Roma), Patryk Dobosz (batteria – Istituto Polacco di Roma), Nenad Vasilić (contrabasso – Forum Austriaco di Cultura Roma). Per l’Italia è presente la cantante Francesca Corrias, mentre ospite speciale di questa edizione è il pianista ucraino Yuriy Seredin.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA