Eletto nuovo coordinatore Idv Gallura
Il congresso ha scelto Pierpaolo Spano


OLBIA. Pier Paolo Spano è il nuovo coordinatore dell’Italia dei Valori della Gallura. Lo ha deciso il congresso provinciale all’unanimità votando la sua nomina. Sono stati scelti, poi, quindici componenti del nuovo direttivo provinciale, di cui fanno parte anche tutti gli amministratori componenti i consigli comunali iscritti all’IDV. Spano sostituisce Salvatore Fadda che, fino ad oggi, ha svolto lo stesso compito “in un periodo - come lui stesso ha ricordato- in cui il partito è passato dall’euforia di percentuali a due cifre, al rischio della totale scomparsa dallo scenario politico italiano”.

Pier Paolo Spano, da sempre impegnato in politica nell’IDV, è stato eletto nell’ultimo Consiglio Provinciale della ex Provincia di Olbia-Tempio, da cui si dimise con un gesto di disapprovazione per il passaggio di testimone tra Sanciu e Carzedda. “E’ un compito oneroso- ha detto Spano al momento del suo insediamento- quello che mi avete affidato, ma sono sempre più convinto che in un momento così drammatico per il nostro Paese e per la nostra Gallura, ci sia ancora molto bisogno di una forza laica, democratica e così attenta alle esigenze degli ultimi come la nostra Italia dei valori.”

Nel corso del congresso, i delegati galluresi hanno affrontato a viso aperto anche il problema del rinvio a giudizio per peculato, del loro segretario regionale, nonché fondatore del partito in Gallura Giommaria Uggias, motivando ed esprimendo fiducia totale e solidarietà per il loro leader. Lo stesso Uggias, alla fine del suo intervento, ha dichiarato: “Non ho niente da spartire con quello che, ancora in questi giorni appare sui giornali, perché personalmente non ho mai usato una sola lira od un solo euro pubblico a fini privati. Quando ero sindaco di Olbia nei bilanci del comune le spese di rappresentanza del sindaco e del vicesindaco sono state pari a zero lire che, tradotto in euro, fa sempre zero euro. In regione mi sono comportato con onestà usando il contributo solo per i fini stabiliti dal regolamento e dalla legge.  La verità è che attendo da 5 anni che il processo che mi riguarda si faccia nella sua sede, il Tribunale, invece che sui giornali e sulle imbeccate ai giornalisti. Il rischio vero -ha concluso Uggias- è che con questo mettere tutti nello stesso calderone, si intenda far sparire una intera classe politica, anche senza bisogno di stabilire in un processo chi sia colpevole o innocente.”

Il Congresso ha anche eletto come coordinatrice Gloria Manca di Santa Teresa e come coordinatore dei giovani Gianfranco Sanna.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS