Un oro per il Team Antonio Carta al 6° Open di Riccione

OLBIA. Sabato 12 e domenica 13 si è svolto il sesto open di Riccione, la gara più importante e più  difficile a livello nazionale e non solo.  1450 atleti in gara, 155 società e sei nazioni si sono affrontati su dieci esagoni di gara. Il team Antonio Carta ha partecipato con due atleti. L'oro è arrivato per il giovane Madeddu. Nella categoria di Manuel Madeddu, cadetto a, - 45 chili, si sono affrontati venti ragazzi. Manuel per ottenere l'oro ha dovuto affrontare quattro combattimenti. I primi due vinti per ko, uno dei quali contro un austriaco piuttosto. In semifinale ha vinto 11-5, contro l’avversario più agguerrito della categoria, e in finale 13-10.

Domenica è stata la volta di Roberto Angius. Per la prima volta salito di categoria di peso di 8 chili (generalmente nella 55 chili, si è trovato ad affrontare la categoria 63 chili), ha combattuto i quarti di finale con volontà e grinta, ma ha dovuto cedere cedere all'avversario negli ultimi secondi dell'incontro di soli pochi punti. Il suo combattimento è stato alla pari, e fa ben sperare per i prossimi appuntamenti. Soddisfatto il maestro Carta: "I miei ragazzi come sempre hanno dimostrato di essere dei veri combattenti. Sono orgoglio di come si sono comportati. Questo oro è il frutto del grosso lavoro che facciamo. Ora proseguiamo la preparazione al Planet Fitness in vista delle ultime gare in programma, campionati regionali di Taekwondo a Olbia a fine maggio, e la coppa chimera ad Arezzo a fine giugno”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA