Addio al sardo più forte di sempre, Franco Columbu: le parole commosse del suo amico Schwarzennegger

OLBIA. Parole di amicizia, quelle vera. Indirizzate da Arnold Schwarzenegger al sardo più forte del mondo, Franco Columbu, morto ieri  a 78 anni nelle acque di San Teodoro in seguito ad un malore. Columbu era una vera e propria leggenda. Negli anni ’60 da Ollollai, in provincia di Nuoro, emigrò in Germania in cerca di fortuna e lì conobbe Arnold Schwarzenneger con il quale sigillò da subito un’amicizia indelebile.  Lo stesso Schwarzy lo volle a Los Angeles insieme a lui per gli allenamenti e le competizioni. Columbu è arrivato così in alto nel campo del culturismo da rendere ineguagliabili i suoi successi per qualsiasi altro atleta italiano. Due volte Mister Olympia nel 1976 e 1981 e poi Mister Universo e Mister Olimpia. Columbu recitò anche in alcuni film con Arnold Schwazneger e tra questi Terminator, Conan il barbaro e Pumping Iron. Una vera forza della natura che oggi, dopo la sua scomparsa, riaccende i riflettori mondiali sulla Sardegna e su Ollollai. Columbu e la sua leggenda, anche dopo la sua scomparsa, continuano a vivere in queste parole che il suo amico gli ha dedicato e condiviso sulla sua pagina facebook:

 “Franco,

Mi hai sentito dire che non mi piace quando la gente mi chiama un self made man. Mi hai anche sentito dire che sei parte del motivo per cui non ho mai potuto accettare quell'etichetta.

Ma volevo che tu sappia il perché.

Dal momento in cui ci siamo conosciuti a Monaco di Baviera, sei stato il mio compagno di mille avventure. Ci siamo spinti a vicenda, abbiamo gareggiato l'uno con l'altro, e abbiamo riso in ogni momento lungo la strada.

Quando finalmente sono arrivato in America, ero solo. Avevo lasciato la mia famiglia, il mio paese, tutta la mia vita alle spalle. Quindi quando ho chiesto a Joe Weider di portarti ad allenarti con me, è stato perché sapevo di non essere più lo stesso senza il mio migliore amico. Avrei potuto vivere senza soldi, senza i miei genitori, ma non potrei vivere senza di te.

Sono devastato oggi. Ma sono anche così, così grato per i 54 anni di amicizia e gioia che abbiamo condiviso. I sollevamenti, i giochi a scacchi, i lavori di body building, i pasti, gli scherzi, le lezioni di vita - abbiamo fatto tutto insieme. Siamo cresciuti e abbiamo imparato e ci siamo amati. La mia vita è stata più divertente, più colorata, e più completa grazie a te.

Mi mancherà sempre. Ma so anche che una parte di te vive in me, in Debbie, in Maria, e nei milioni di persone a cui hai ispirato ogni giorno che hai vissuto. E io ci sarò per Maria e Debbie, così puoi riposare ora senza preoccupazioni.

Ti voglio bene Franco. Mi ricordo sempre la gioia che hai portato alla mia vita, i consigli che mi hai dato, e il bagliore nel tuo occhio che non è mai scomparso. Sei stato il mio migliore amico.

Amore sempre,

Arnold”
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA TÌROS