Presentata in aeroporto la maglia della scuola calcio dell'Olbia

OLBIA. Primi Calci, Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti. Oltre 200 bambini, gli allenatori e i genitori dei piccoli campioni biancolbiesi. Sabato 30 novembre, nella splendida cornice dell'Aeroporto di Olbia, c'erano proprio tutti per celebrare il rinnovo della partnership tra Olbia Calcio e Geasar e, soprattutto, per svelare la bellissima nuova maglia da gara della Scuola Calcio disegnata da EyeSport e, quest'anno, impreziosita dalla presenza nella parte frontale del logo Keep-It, il brand creato dalla società di gestione aeroportuale per valorizzare i progetti e le iniziative che riguardano le tematiche di sostenibilità economica, sociale e ambientale.

L'evento, organizzato in sinergia tra Geasar e Olbia Calcio e presentato da Silvia Eremita, si è aperto con gli onori di casa dell'A.D. ingegner Silvio Pippobello che ha sottolineato la piena soddisfazione per il prosieguo e il potenziamento di una partnership che "intende farsi promotrice deii valori e dei comportamenti della corretta pratica sportiva e sociale nelle nuove generazioni". Pippobello, dopo aver ricordato ai bambini l'importanza del rispetto dell'ambiente in ogni piccola azione quotidiana, ha poi intrattenuto gli stessi con alcune domande e curiosità.
La parola è passata quindi al presidente dell'Olbia Alessandro Marino che ha specificato come "con Pippobello e con Geasar ci siamo subito trovati dalla stessa parte per quanto riguarda la condivisione dei principi che devono sostenere il percorso formativo dei bambini la cui parte sportiva è strumento e non fine della crescita. Sulla base di questi principi da ormai tre anni portiamo avanti una partnership importante che intende investire in iniziative al servizio dei più giovani e della comunità. Personalmente - ha chiuso Marino - è una soddisfazione unica vedere i nostri piccoli atleti migliorare e diventare grandi attraverso la passione per il calcio".

Completate le introduzioni, il pomeriggio si è avviato verso il momento topico quando, accompagnati dal responsabile dell'attività di base Gianni Spanu, sono saliti sul palco Gaspare e Marco Leon, i più piccoli della nidiata biancolbiese ai quali è spettato il compito di mostrare per la prima volta ai propri compagni, ai tecnici e a tutti i genitori presenti la maglia da gara per la stagione 2019/2020. Un lungo applauso e la contemporanea calata della maglia dall'aeroplano sovrastante hanno completato la splendida scenografia della hall.
Nell'entusiasmo generale, tra una foto di squadra e l'altra, è arrivata quindi la parte più attesa dai bambini. A prestarsi, per l'occasione, sono stati sei ragazzi della prima squadra (Pisano, Cocco, La Rosa, Manca, Crosta e Gozzi) che, seduti nelle postazioni dei check-in, hanno chiamato uno a uno i bambini per consegnar loro personalmente la maglia che andranno a indossare lungo tutta una stagione all'insegna del divertimento e della passione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA MAÌA