Golfo Aranci

Coltivava marijuana sul balcone di casa a La Maddalena, un trentenne denunciato

OLBIA. Nel corso di questa mattina, i militari della Stazione Carabinieri di La Maddalena, nell’ambito di un’attività investigativa finalizzata a reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno denunciato in stato di libertà un giovane di origine senegalese ben integrato tra i coetanei dell’isola per coltivazione detenzione di droga ai fini di spaccio.  Nel dettaglio, dopo aver acquisito informazioni utili per intraprendere l’attività investigativa, i Carabinieri hanno ricostruito i movimenti e le abitudini dell’uomo, già noto alle forze di polizia con diversi precedenti penali e, al momento opportuno, effettuato una perquisizione del suo domicilio, dove è stato scoperto che stesse coltivando nel balcone del soggiorno della propria abitazione, in pieno centro a La Maddalena, due piante di marijuana alte rispettivamente 85 e 60 cm.

Il trentenne aveva ingegnato un curioso sistema di crescita delle piante che tramite l’utilizzo di fascette ed elastici permettevano alle piante di svilupparsi in larghezza e non in lunghezza, in modo da non poter essere viste dalla strada perché protette dal muretto del balcone. La perquisizione domiciliare ha permesso inoltre di rinvenire una bustina già contenente tabacco trinciato nel comodino della camera da letto del giovane, per un peso complessivo di 12 gr. e la somma in contanti di 885 euro di diverso taglio, ritenuto provento dell’attività illecita.
L’operazione si inserisce nel complesso delle attività di controllo pianificate dal Reparto Territoriale di Olbia che, muovendo dalle piazze di spaccio più comunemente utilizzate, si estendono su tutto il territorio di competenza, fino a comprendere l’isola di La Maddalena.






© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA