Il commissario della Assl di Olbia in visita istituzionale a Tempio Pausania

OLBIA. Visita istituzionale del Commissario della Assl di Olbia a Tempio Pausania. Questa mattina il dottor Franco Logias ha incontrati nella sede del Comune i rappresentanti del territorio. Una visita istituzionale, a pochi giorni dal suo insediamento, propedeutica ad una serie di incontri, in fase di programmazione, tra gli operatori e il territorio. “La visita odierna voleva esser un momento di ascolto, a cui seguiranno altre occasioni di confronto che coinvolgeranno gli operatori, gli amministratori e il territorio, volti a condividere la realta' in cui gli operatori della sanità lavorano e gli scenari futuri che si stanno prospettando. Lavorando in rete, evitando doppioni, sono certo che riusciremo a riportare la sanità sul territorio, partendo però da una attenta analisi delle reali esigenze di salute della popolazione”, spiega il commissario.

"Un incontro positivo che ci ha consentito di effettuare una analisi critica della situazione reale non solo locale, ma estesa a tutto il territorio gallurese. Un confronto costruttivo che sono certo farà da preludio ad un nuovo percorso che potrà portarci a risolvere, almeno parzialmente, alcuni problemi cronici che assillano la nostra popolazione", ha detto il sindaco di Tempio Pausania, Gianni Addis.

Ospedale Paolo Dettori e servizi di specialistica territoriale, sono stati i temi trattati nell'incontro odierno che oltre alla Assl di Olbia ha visto la partecipazione dei rappresentanti territoriali come il consigliere regionale Dario Giagoni.

"Al commissario chiediamo una missione, quella di potenziare e strutturare sul territorio servizi stabili e duraturi.
Abbiamo davanti un duro e lungo lavoro
ma sono sicuro che insieme riusciremo ad invertire una tendenza, e potremmo finalmente vedere il sistema Gallura, unito, crescere", ha detto durante l'incontro Roberto Ragnedda, presidente della Conferenza Socio sanitaria della Assl di Olbia.

Negli scorsi giorni il commissario Logias ha fatto una prima visita all'ospedale Giovanni Paolo II di Olbia, a cui seguiranno, a breve, anche quelle al Paolo Merlo di La Maddalena e al Paolo Dettori di Tempio Pausania.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione