Il Grosseto batte l'Olbia per 2-0 nell'ultima di campionato

OLBIA.  Il quinto campionato consecutivo dell'Olbia in terza serie si conclude con una sconfitta per bianchi che sul campo di Grosseto, pur volenterosi, cedono per 2-0 subendo un gol per tempo. L'entusiasmante stagione dell'Olbia va quindi in archivio con un tredicesimo posto finale conquistato a suon di grandi risultati in un girone di ritorno tanto intenso quanto gravido di gioie e soddisfazioni. Si chiude a quota 47 punti (record di sempre in Serie C) e l'orgoglio di aver giocato fino alla penultima gara per un posto ai playoff.

IL POST GARA. "Abbiamo provato a fare del nostro meglio e siamo riusciti a tenere in bilico e in equilibrio la partita fino al secondo gol" ha dichiarato Max Canzi al termine della sfida. "Oggi, com'era giusto che fosse, ha avuto spazio chi si era visto meno in stagione e devo dire che sono soddisfatto di come si sono espressi tutti i ragazzi. Abbiamo giocato una buona gara e creato le nostre occasioni, ma non siamo stati sufficientemente lucidi sotto porta e attenti quanto avremmo dovuto nelle circostanze che hanno portato il Grosseto al gol. Si chiude un campionato intenso, bello e faticoso che abbiamo onorato mettendocela sempre tutta. Ci siamo tolti tante soddisfazioni e - ha chiuso Canzi - credo che siamo riusciti nell'intento di far divertire i nostri tifosi, un obiettivo che mi ero prefissato all'inizio della mia avventura a Olbia".

PRIMO TEMPO. Allo "Zecchini", Canzi opera un restyling all'undici, mandando in campo Van der Want (esordio in stagione), Demarcus, Belloni (prima da titolare in carriera) e Gagliano. L'Olbia risponde presente e, pur in una gara giocata a ritmi contenuti, si fa apprezzare per fraseggio e idee. In avvio, però, sono i locali a rendersi pericolosi andando in gol, ma l'arbitro annulla per carica sul portiere. Al 4' è quindi l'Olbia a farsi vedere in avanti con un ottimo Cocco e con Gagliano (entrambi murati), quindi al 7' con il solito violento tiro di Biancu dalla distanza che Barosi riesce a controllare con affanno. Al 15', però, Cretella squarcia la difesa bianca con un diagonale filtrante che Moscati chiude col mancino beffando Van der Want: 1-0. La reazione dell'Olbia si concretizza al 29', ancora con Biancu, che riceve e si gira all'altezza dei 25 metri esplodendo un destro che spiove di pochissimo alto sulla traversa. Al 2' di recupero l'ultimo episodio del primo tempo: Altare incorna il cross di Emerson ma non inquadra lo specchio.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre alla stessa maniera della prima frazione: pochi minuti di gioco e gol annullato al Grosseto per posizione irregolare. L'Olbia prova a riorganizzarsi con Marigosu (al posto di Giandonato) e si va vedere dalle parti di Barosi attorno al 58', quando sfiora il gol sul corner di Emerson, ma la serie di batti e ribatti produce prima un secondo e successivamente un terzo tiro dalla bandierina. La girandola di cambi del 65' vede Canzi completare la rivoluzione in attacco inserendo Udoh e Doratiotto per Cocco e Gagliano. Proprio il numero 9, al 68' va via alla sua maniera, ma l'atterramento plateale di Kalaj al limite dell'area non viene ravvisato dal direttore di gara. Si spinge e si cerca lo spunto sulla palla inattiva (Altare gigantesco, come al solito), ma al 76' il Grosseto raddoppia con Galligani che trova l'angolino alla sinistra del neoentrato Cabras (esordio nei pro per lui).

CI RIVEDREMO PRESTO. I bianchi reagiscono subito con Udoh che, servito da Biancu, costringe Barosi e salvarsi in due tempi. Poi la partita si trascina stancamente verso la fine. Al 90' ancora Biancu va vicino al gol direttamente da corner. Il triplice fischio, dopo 2' di recupero, fa calare il sipario sulla partita e sul campionato. Per l'Olbia, l'appuntamento è con la sesta stagione consecutiva da disputare in Serie C. Con orgoglio e voglia di migliorarsi ancora.  

TABELLINO

Grosseto-Olbia 2-0 | 38ª giornata
GROSSETO: Barosi, Raimo, Ciolli, Kalaj, Campeol, Vrdoljak, Piccoli (65’ Kraja), Sicurella (80’ Simeoni), Cretella (65’ Fratini), Galligani (80’ Merola), Moscati (57’ Scaffidi). A disp.: Chiorra, Giarrò, Gorelli, Gafà, Consonni, Sersanti. All.: Lamberto Magrini.
OLBIA: Van der Want (74’ Cabras), Arboleda, Altare, Emerson, Demarcus, Lella, Giandonato (57’ Marigosu), Belloni (74’ Pennington), Biancu, Gagliano (65’ Doratiotto), Cocco (65’Udoh). A disp.: Tornaghi, La Rosa, Cadili, Ragatzu. All.: Max Canzi
ARBITRO: Michele Di Cairano (Airano Irpino). Assistenti: Giovanni Mittica (Bari) e Dario Gregorio (Bari). Quarto ufficiale: Giuseppe Romaniello (Napoli)
MARCATORI: 15’ Moscati, 76’ Galligani
AMMONITI: Arboleda, Altare, Fratini (G)
NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Recupero: 2’ pt, 2’ st

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche