Nel nord Sardegna sequestrati oltre 180mila giocattoli pericolosi

OLBIA. Il piano di controlli finalizzato alla verifica dei requisiti di sicurezza dei prodotti posti in vendita esercizi commerciali della provincia, avviato nel novembre 2021, è proseguito anche nell’anno in corso.  Dopo i controlli svolti a ridosso di Halloween e delle festività natalizie, allorché sono stati oggetto di attività ispettive 74 esercizi commerciali, all’esito delle quali sono stati sequestrati complessivamente oltre 33.000 giocattoli e contestate 31 violazioni, l’azione delle Fiamme Gialle è proseguita anche nel periodo del carnevale.

In questa terza fase dell’operazione, l’azione delle Fiamme Gialle si è concentrata, oltre che sui giocattoli, sull’abbigliamento (costumi di carnevale), accessori e articoli per feste. La campagna di controlli ha interessato 20 diverse località della provincia (Sassari, Olbia, Alghero, Porto Torres, Tempio Pausania, Ozieri, Thiesi, Ossi, Usini, Ploaghe, Sennori, Valledoria, Trinità D’Agultu e Vignola, Bono, Mores, Bonorva, Arzachena, Palau, Santa Teresa Gallura e La Maddalena).
Nel corso di 45 distinti interventi operativi in altrettanti esercizi commerciali, i finanzieri hanno riscontrato violazioni nel 30% dei casi, muovendo contestazioni amministrative e penali a 14 esercenti che hanno messo in vendita prodotti potenzialmente non sicuri per il consumatore poiché privi delle necessarie certificazioni nonché articoli contraffatti.  Complessivamente, sono stati sottoposti a sequestro oltre 182.000 articoli, in particolare giocattoli, accessori di carnevale, maschere, costumi, ecc.  Sono in corso le indagini finalizzate all’individuazione dei canali di approvvigionamento dei prodotti sequestrati e alla ricostruzione della filiera illegale.
L’operazione suddetta si inquadra nell’ambito delle azioni di contrasto delle Fiamme Gialle a tutela dei consumatori e degli esercenti rispettosi delle norme.
Contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione