Noleggio abusivo lettini e ombrelloni a Capo Coda Cavallo, sequestri della Guardia Costiera

OLBIA. Prosegue senza sosta, nell’ambito dell’attività di contrasto agli abusi demaniali marittimi e della tutela dell’ambiente, l’operato della Capitaneria di porto di Olbia.  Nel dettaglio, nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale, in collaborazione con la Polizia Locale di San Teodoro, sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Nord Sardegna, hanno concluso due diversi interventi che hanno portato, dapprima, al sequestro di cinquantadue ombrelloni e nove lettini in località Spiaggia Lu Impostu, nel Comune di San Teodoro e, successivamente, ulteriori trentacinque sdraio e ventisei ombrelloni, oltre un carrello cingolato elettrico,  i quali occupavano un tratto di arenile non affidato in concessione, configurando il reato di  occupazione abusvia 
L’attività in questione, si inserisce nell’ambito degli accertamenti d’istituto che proseguiranno per tutta la stagione estiva, al fine di scongiurare illeciti in materia ambientale, edilizia e paesaggistica, anche a danni dei turisti e liberi fruitori degli arenili.

In tale contesto, si inserisce altresì l’attività di tutela delle aree marine protette, nell’ambito delle quali, la Guardia Costiera di Olbia ha elevato, nel corso del fine settimana appena trascorso, n. 5 verbali ad altrettanti diportisti per navigazione all’interno della Zona “A” dell’A.M.P. di Tavolara – Capo Coda Cavallo, contestando un totale di circa 5000 Euro di sanzioni amministrative.
I controlli proseguiranno nei prossimi giorni, attraverso ulteriori ed accurate verifiche, in virtù del pregio naturalistico delle coste della Sardegna settentrionale e della necessità di tutelarne il delicato ecosistema marino.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione