Stagione 2023 a Porto Cervo ai nastri di partenza: il 6 aprile apre il Cala di Volpe

di Davide Mosca
OLBIA. Stagione turistica numero sessanta. Era il luglio del 1963 quando il primo albergo della Costa Smeralda aprì le sue porte ai primi turisti. Il 2023 rappresenta dunque un importante traguardo che verrà festeggiato nel migliore dei modi con cene di gala, concerti di altissimo livello, mostre fotografiche e proiezioni di film, manifestazioni dedicate al glamour e al cibo, senza dimenticare lo sport con il golf e il torneo dei sessant'anni per un'estate che si preannuncia indimenticabile. Nel frattempo fervono i preparativi a Porto Cervo per arrivare pronti al vero avvio della stagione. Cariche di fiducia le parole dell'area manager di Marriott Costa Smeralda, Franco Mulas, che sulla terrazza panoramica di una delle suite di lusso dell'Hotel Cala di Volpe ha incontrato i giornalisti per raccontare i programmi degli alberghi e dare qualche anticipazione sugli eventi che costelleranno la lunghissima estate smeraldina.

«Il 2022 è stato un anno record e nel 2023 faremo ancora meglio. Abbiamo voluto dare un grande impulso al turismo di questo territorio, aprendo il Cala di Volpe il 6 aprile. La chiusura avverrà a fine ottobre quindi stiamo parlando della piena attività operativa anche nei mesi di spalla. Inoltre, l'hotel Cervo ha aperto a marzo e chiuderà a fine novembre, il Romazzino e il Pitrizza apriranno a metà maggio e chiuderanno a metà ottobre. Sempre a maggio riapriremo tutti i ristoranti. Il mercato è ripartito con grandi numeri e vi sarà una ricaduta economica importante sul territorio».

Molto interessante, poi, la spiegazione del manager sulla clientela dei diversi alberghi di proprietà di Sardegna Resort e di recente cambio di gestione con l'ingresso per il Pitrizza e il Romazzino di due brand dell'accoglienza di lusso, Belmond e Cheval Blanc.

«Il Romazzino è ad esempio un resort preferito dalle famiglie che vogliono vivere il relax della spiaggia e del mare ha spiegato Mulas - , il Pitrizza un posto dove scomparire e godere delle meraviglie di questi luoghi, Il Cervo è azione nel cuore del borgo, il Cala di Volpe è un teatro “cinematic”. Il posto dove i più grandi business del mondo si riversano, ma dove si può ugualmente godere della privacy se si vuole. E' questione di gusti personali e noi riteniamo che i nuovi marchi Belmond e Cheval Blanc che gestiranno il Pitrizza e il Romazzino porteranno nuovi clienti e garantiranno ancor di più questa differenziazione. Il tutto in un lavoro in simbiosi con Marriott che continuerà a gestire il Cala di Volpe e l'Hotel Cervo. Il Dna degli alberghi rimarrà sempre quello perché la proprietà di tutti e quattro gli alberghi, è bene ricordarlo,  rimane nelle mani di Sardegna Resort, che fa capo alla Qatar Holding braccio operativo della Qatar Investment authority». Svelati, poi, alcuni dettagli del programma 2023 come la riconferma della Juventus Accademy al Cala di Volpe, ma anche una prestigiosa accani di tennis e una di golf con nomi internazionali di altissimo livello. Prossimo appuntamento? Il Porto Cervo Wine and Food Festival che si svolgerà dall'11 al 14 maggio: «Siamo pronti, siamo entusiasti di poter riallestire dopo tre anni - ha poi concluso Mulas -  a Porto Cervo la vetrina dei migliori prodotti enogastronomici regionali, nazionali e internazionali».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica