Al via domani a Golfo Aranci i mondiali di nuoto

OLBIA. Mattina in mare, pomeriggio in piscina. Sono giornate frenetiche quelle che stanno trascorrendo le 24 Nazionali di nuoto in acque libere in vista dei “tapponi” di venerdì 24 e sabato 25 maggio. Daranno l'anima per aggiudicarsi le gare individuali maschili, femminili e staffette miste che caratterizzano il secondo appuntamento della Coppa del Mondo 2024, ospitato nuovamente a Golfo Aranci dopo la brillante edizione dello scorso anno. I nuotatori fanno la spola tra la rinomata località balneare gallurese e la vicina Olbia dove possono allenarsi nella vasca coperta dell'Air Sporting Club.
Spostamenti captati dagli studenti autoctoni che frequentano la scuola primaria invitati espressamente da FIN Sardegna e Aquatic Team Freedom (supervisori della mega manifestazione) per colorare e animare la conferenza stampa che pullulerà di campioni. Scontata sarà la ricerca frenetica dell'autografo o del selfie di prestigio; come è altrettanto prevedibile che Gregorio Paltrinieri e Domenico Acerenza saranno travolti dalla giustificata euforia dei fanciulli. I due azzurri già in passato hanno speso parole entusiastiche a proposito dello scenario in cui si apprestano a gareggiare e anche sull'ottimo livello di ospitalità che viene riservato a tutti gli iscritti. I due saranno affiancati dalla tedesca ma italiana d'adozione Leonie Beck, vincitrice in Sardegna lo scorso anno e oro nella 10 km ai mondiali di Fukuoka in Giappone.

Le loro testimonianze caratterizzeranno la conferenza stampa di giovedì 23 maggio, con inizio alle ore 11, allestita all'aperto, nella zona premiazioni del Villaggio gara, sia per poter contenere gli studenti, sia per la magnifica cornice ambientale che renderà particolarmente suggestivo l'appuntamento. A fare gli onori di casa ci penseranno il sindaco di Golfo Aranci Mario Mulas e il suo concittadino, nonché consigliere regionale, Giuseppe Fasolino. Microfoni aperti per il delegato CONI di Sassari Giuseppe Manca e soprattutto per il presidente FIN Sardegna Danilo Russu e la rappresentante legale dell'Aquatic Team Freedom Silvia Fioravanti che illustreranno aspetti importanti legati all'inclusività e alla valenza sociale che appuntamenti del genere possono generare. Con Leonie Beck, Gregorio Paltrinieri e Domenico Acerenza ci sarà anche Stefano Rubaudo, coordinatore tecnico nazionale del settore fondo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche