Il cuore della Sardegna oggi batte a Golfo Aranci con l'inaugurazione della piazza Francesco Cossiga

di Davide Mosca
OLBIA. Le note della banda della Brigata Sassari invadono le vie di Golfo Aranci con i pezzi del repertorio del glorioso reggimento. In questo clima di festa si inaugura la piazza intitolata al presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, che qui spesso ha trascorso momenti piacevoli in compagnia di amici e parenti. Non potevano mancare il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, il Prefetto di Sassari, Maria Luisa D'Alessandro, il vescovo della diocesi di Tempio Ampurias Sebastiano Sanguinetti, il sindaco di Golfo Aranci, Mario Mulas e l'assessore alla programmazione e bilancio della Regione, Giuseppe Fasolino, i sindaci galluresi,  le massime autorità civili e militari del territorio e i tanti golfoarancini e residenti.

«Ogni inaugurazione -ha commentato il sindaco, Mario Mulas- è una piccola conquista dopo anni di di tenacia e impegno per raggiungere questi obiettivi. Ma quella di oggi è un'emozione indescrivibile perché inauguriamo quello che vuole essere il salotto di questo paese che tanto amiamo. Quest'area -ha proseguito Mulas- era una vera e proprio frattura tra luoghi e persone con la presenza di binari e degrado. E in questo momento in cui viviamo stagioni di antipolitica ci troviamo davanti ad un esempio di buona politica. Oggi -ha poi concluso Mulas- festeggiamo i quarant'anni della nostra autonomia comunale e troviamo stupendo celebrarli con questo regalo. Ma non abbiamo finito perché abbiamo ancora bisogno di liberarci dai lacci di acciaio, sopraelevate e binari inutilizzati e strapparli all'incuria per restituire anche le altre aree ai nostri cittadini».

Grande soddisfazione e commozione anche per l'ex sindaco, Giuseppe Fasolino, ora assessore regionale: «Ho pensato a tutte quelle volte che da piccolo con i miei coetanei abbiamo desiderato di avere una piazza così. Questo era il ricovero dei carri delle Ferrovie dello Stato e noi siamo cresciuti con questo spazio e con il sogno di questa piazza. Quando sono diventato sindaco avevo due progetti in mente: il lungomare e la piazza. Oggi sono realtà.  Per questo davanti ai miei cittadini, alle autorità, ma soprattutto davanti ai miei cari sono commosso e felice».

Christian Solinas, Presidente della Regione Sardegna, dal palco ha salutato i presenti e ringraziato gli amministratori: «Da Golfo Aranci parte un messaggio positivo: si testimonia con questa opera l'esistenza di cittadini impegnati nella politica che riescono a tradurre le richieste e le testimonianze dei cittadini in esempi concreti. E la Regione ha pronto un piano di rilancio per l'Isola che punta molto anche su tutto il territorio gallurese».

Al termine degli interventi è stata scoperta una targa commemorativa con il nome del Presidente Francesco Cossiga, Sassari 1928-Roma 2010. A chiudere la festa l'esibizione della banda della Brigata Sassari. Con i canti di natale e l'immancabile inno "Dimonios" i sassarini hanno conquistato l'apprezzamento dei presenti con lunghissimi applausi.



 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA TÌROS