L'Olbia comincia il 2023 con il piede giusto, 2-1 al Montevarchi

OLBIA. Alla vigilia Occhiuzzi aveva preconizzato l'avvento di un nuovo inizio, non di una nuova Olbia. Oggi, dopo quasi 100' minuti di battaglia, possiamo dire che l'auspicio del tecnico si è realizzato. L'Olbia ha battuto il Montevarchi ritrovando i tre punti al Nespoli dopo 4 mesi e ribadendo, stavolta con il sostegno del risultato, che la squadra che aveva palesato progressi nelle prestazioni è lì, pronta a sparare i colpi in canna per rialzarsi da posizioni di classifica scomode.

Scende in campo con il tridente composto da Ragatzu, Contini e Nanni. E già questo è un segnale inequivocabile: l'Olbia vuole i tre punti. Dopo le prime schermaglie che si precisano nel colpo di testa di Amatucci respinto da Sposito al 3' e nella percussione di Biancu che entra in area ma manca il tempo giusto per il tiro, a passare sono gli ospiti quando al 24', approfittando di un disimpegno impreciso di Emerson, trovano nel filtrante di Jallow l'assist vincente per Lischi che imprime un effetto bizzarro alla sfera e beffa Sposito. La reazione dell'Olbia arriva al 31' con Nanni che addomestica sulla trequarti e calcia al volo trovando il portiere ospite ben posizionato. Travaglini, pur agendo da braccetto sinistro, è un portento e al 37' arriva al cross sul quale Fiumano è lesto ad anticipare Ragatzu. Il pari, però, è nell'aria e al 39' Nanni tocca sotto per Contini che al limite dell'area piccola, in tuffo di testa, fa 1-1

Nella ripresa l'Olbia torna in campo con spirito ancor più garibaldino. Subito Biancu manca di pochi centimetri il controllo giusto in area, quindi al 48' Brignani scocca una sassata dai venti metri che sorvola la traversa. Sposito risponde in due tempi a Biagi al 50', quindi al 52' il Nespoli esplode. Il corner battuto dalla destra è lungo sul secondo palo dove Ragatzu, da schema, è appostato: il controllo e la rasoiata portano il marchio di fabbrica del numero dieci biancolbiese che batte Mazzini e porta l'Olbia a condurre per 2-1. Dopo appena un minuto c'è subito l'occasione del tris: Biancu scavalca il centrocampo trovando Ragatzu in profonditi, questi, con una magia, smarca Nanni: l'avanzata del centravanti è decisa ma il diagonale mancino viene intercettato da Mazzini, quindi Ragatzu ribadisce dal fondo trovando l'esterno della rete.

Brignani sfiora ancora il tris al 72' con un colpo di testa perfetto per tempismo, meno per precisione. Il Montevarchi ci prova, ma non trova spazi, soltanto qualche punizione pericolosa dalla trequarti. Quando Babbi poi conquista un fallo a centrocampo al 93' la sensazione è che stavolta ad essere più audace, in campo, è l'Olbia.

La conseguenza sono tre punti. Vitali e meritati.

TABELLINO

Olbia-Montevarchi 2-1 | 21ª giornata

OLBIA: Sposito, Brignani, Travaglini, Emerson, Fabbri, La Rosa, Biancu (80' Occhioni), Sperotto, Ragatzu, Contini, Nanni. A disposizione Di Giorgio, Van der Want, Gabrieli, Secci, Arboleda, Incerti, Palesi, Zanchetta, Sanna, König, Babbi, Sueva. Allenatore: Roberto Occhiuzzi.

MONTEVARCHI: Mazzini, Tozzuolo, Bertola, Fiumano (91' Chiti), Amatucci (91' Boccadamo), Nador, Marcucci, Lischi, Giordani (45' Kernezo), Jallow, Biagi (58' Cerasani). A disposizione Giusti, Gennari, Mané Bassano. Allenatore: Marco Bianchini.

ARBITRO: Francesco Burlando di Genova assistito da Andrea Cecchi di Roma 1 e da Lorenzo Chillemi di Barcellona Pozzo di Gotto. Quarto uomo: Riccardo Fichera di Milano.

MARCATORI: 24' Lischi (M), 39' Contini, 52' Ragatzu

AMMONITI: 62' Jallow (M), 68' Zanchetta (dalla panchina), 70' Cerasani (M), 84' Sposito, 87' Fiumano (M)

NOTE: Recupero 4' pt, 5' st. Spettatori: 800 circa

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione