Nulla da fare per l'Olbia che perde in casa 2-1 con l'Imolese

OLBIA. Rammarico e rabbia. L'Olbia perde al Nespoli lo scontro diretto contro l'Imolese e vede interrompersi a 5 la striscia di risultati utili consecutivi oltre che la rincorsa alle zone più tranquille della classifica, mentre dietro si accorcia nuovamente la classifica.

AVVIO CON GOL. In una gara contrassegnata da forti folate di vento, i bianchi - con vento a sfavore - giocano la prima frazione di gara con fare guardingo e risoluto. Nanni apre le ostilità al 1' con un colpo di testa che Rossi agguanta agevolmente, ma è all'11' che l'Olbia squilla forte: ancora Nanni che lavora bene una palla per Ragatzu defilato sulla destra, il cross è tagliato e la mischia generata dall'attacco di Contini premia l'accorrente Dessena che di sinistro firma il vantaggio.

GESTIONE. L'Imolese reagisce senza disunirsi, ma l'Olbia non va in affanno. Al 14' Corner va via ad Emerson, palla dentro per Zanon che in tuffo, di testa, non inquadra lo specchio. Il pallino del gioco rimane in mano agli emiliani che al 32' vanno vicini al pari, ancora con Zanon: percussione centrale e tiro dal limite che esce di un soffio alla destra di Sposito. Al 40' l'Olbia si ripropone davanti: azione insistita sulla sinistra che si conclude con un lob di esterno destro di Ragatzu che per poco non beffa Rossi.

LA RIPRESA CHE NON TI ASPETTI. Ci si aspetta un secondo tempo favorevole con il vento a spingere i bianchi, ma la realtà è ben diversa. L'Imolese torna dagli spogliatoi con D'Auria e Annan in campo, l'Olbia è la stessa negli effettivi, non nell'atteggiamento. Gli ospiti sono subito tambureggianti: al 47' Annan chiama Sposito alla respinta sul potente mancino esploso da posizione defilata, mentre al 48' il portiere bianco è provvidenziale nel salvare sulla conclusione di D'Auria penetrato troppo facilmente in area.
GOL EVITATI...GOL SUBITI. La reazione dell'Olbia affidata a una sgroppata irresistibile di Arboleda è una rondine che non fa Primavera. Perché al 52' la squadra di Occhiuzzi (assente in panchina per squalifica) si fa sorprendere sulla sinistra dove De Feo affonda e crossa servendo Faggi che in spaccata pareggia i conti. Il colpo non sveglia l'Olbia dal torpore. L'Imolese ci crede e fa male. E così, dopo aver sfiorato il gol al 58' con un colpo di testa, D'Auria spacca la difesa bianca per vie centrali e, dopo un gioco di gambe nello stretto, spedisce la palla all'angolino dove Sposito non può arrivare. È il 60' e l'Imolese è davanti per 2-1.

REAZIONE TARDIVA. Ci vuole tanto, troppo tempo per vedere la reazione dell'Olbia. Che passa alla difesa a quattro con l'uscita di Emerson per Incerti, ma fatica a trovare l'abbrivio. Al 77' Corti serve Ragatzu in area ma questi perde il tempo per il tiro e poi crossa lungo. Le occasioni, quelle vere, arrivano così solo nei minuti di recupero: al 94' Ragatzu pennella dalla destra, Nanni prende il tempo giusto sul marcatore ma il colpo di testa è impreciso; al 95' Incerti converge e mette dentro dalla trequarti, Brignani è sulla traiettoria ma sfiora soltanto la sfera che esce d'un soffio alla destra del portiere; al 96', Arboleda ha spazio sulla destra e crossa bene per Ragatzu sul secondo palo: coordinazione buona, tiro anche, ma il rimbalzo dà solo l'illusione del gol. L'ultima speranza al 98': Ragatzu per Brignani in area, colpo di testa che attraversa l'area prima che il triplice fischio ponga fine alle ostilità.
L'Olbia esce sconfitta dalle mura amiche con la certezza di aver perso una grande occasione, ma anche la consapevolezza di potersi riscattare già martedì quando un altro scontro diretto potrà dare un nuovo slancio alla classifica dei bianchi.

TABELLINO

Olbia-Imolese 1-2 | 31ª giornata
OLBIA: Sposito, Brignani, Bellodi, Emerson (62' Incerti), Arboleda, Biancu (81' Boganini), Dessena (70' La Rosa), Sperotto, Contini (70' Corti), Ragatzu, Nanni. A disp.: Van der Want, Gabrieli, Fabbri, Secci, Occhioni, Zanchetta, Babbi, Boganini, Sueva. All.: Andrea Paniziutti
IMOLESE: Rossi, Maddaloni (92' Serpe), Camilleri, De Vito (83' Scremin), Agyemang (46' Annan), Zanon, Bertaso (68' Fort), Faggi, De Feo, Tulli, Corner (46' D'Auria). A disp.: Adorni, Molla, Macario, Doda. All.: Mauro Antonioli
ARBITRO: Marco Emmanuele (Pisa). Assistenti: Emilio Micalizzi (Palermo) e Davide Conti (Seregno). Quarto ufficiale: Stefano Raineri (Como)
MARCATORI: 11' Dessena, 52' Faggi (I), 60' D'Auria (I)
AMMONITI: 4' Faggi (I), 19' Bertaso (I), 24' Emerson, 59' Biancu, 61' Arboleda, 67' Ragatzu, 71' Nanni, 73' Bellodi, 77' Brignani, 91' La Rosa, 96' Rossi (I)
NOTE: Recupero: 1' pt, 6' st. Spettatori: 738. Al 79' espulso Tatti dalla panchina.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione