Al via domani a Olbia "Cinema per il mare" la rassegna voluta da Worldrise e Politecnico Argonauti

OLBIA. Il giovedì sera, ad Olbia (SS), si parla di mare. Worldrise, organizzazione no-profit che da oltre un decennio agisce per la conservazione efficace dei mari italiani, in collaborazione con il Politecnico Argonauti, che da anni si occupa di fotografia, cinema e arte, presenta “Cinema per il Mare”, un ciclo di videoproiezioni e approfondimenti gratuiti e aperti a tutti, all'insegna di natura, cultura e valorizzazione del territorio.

A partire dal 14 marzo 2024, ogni giovedì per sei settimane consecutive, l'appuntamento è alle 18.30 presso la sede del Politecnico Argonauti, in via Giuseppe Garibaldi 41, ad Olbia, per tuffarsi nel Pianeta Blu attraverso il cinema e scoprire meraviglie e fragilità del mare. Ogni serata, infatti, si aprirà con la proiezione di un breve documentario o di un cortometraggio a tema marino e, sotto la guida di Augusto Navone, biologo in veste di moderatore, proseguirà poi con l'intervento di ospiti speciali.

L'inaugurazione di “Cinema per il Mare” sarà affidata al documentario “L'orto di Tavolara”,  realizzato dagli studenti della classe III N del Liceo Classico “A. Gramsci” di Olbia, grazie alla regia di Mirko De Angelis e alla ricerca storica di Maria Paola Casu. Questo primo appuntamento sarà dedicato ad una riflessione sui processi identitari nel territorio a partire dallo sviluppo sostenibile e dalla tutela del patrimonio ambientale, ripercorrendo la storia dell'Isola di Tavolara. Un focus particolare sarà dedicato all'importanza delle Aree Marine Protette (AMP) per creare senso di appartenenza nella comunità.

Si prosegue poi giovedì 21 marzo, sempre alle 18:30, con “AMP Engage”, il documentario realizzato nell'ambito del progetto europeo “Interreg Med” per raccontare gli adattamenti climatici che avvengono in mare e le loro conseguenze sugli abitanti dell'oceano. Durante la serata potremo scoprire di più su questo tema e, soprattutto, su come tutti noi possiamo contribuire alla lotta al cambiamento climatico.  

Terzo appuntamento il 28 marzo per approfondire la problematica della plastica in mare e la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale sardo: si inizia con la proiezione del documentario di fama internazionale “A Plastic Ocean”, diretto dal giornalista australiano Craig Leeson, per poi proseguire con “ISOS Isola Sostenibile”. Questo documentario, che mostra le azioni virtuose portate avanti dall'AMP Tavolara Punta Coda Cavallo per raggiungere l'obiettivo impatto zero, è realizzato nell'ambito del progetto finanziato dalla Comunità Europea del programma “Interreg Italia-Francia Marittimo ISOS”, con la regia di Matteo Pianezzi.

Il Politecnico Argonauti continua a colorarsi di blu anche dopo Pasqua: giovedì 4 aprile alle 18:30 verranno proiettati i documentari “Effetto Riserva” ed “Effetto Riserva un anno dopo”, girati in 3D tra i fondali dell'Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, grazie alla sceneggiatura di Augusto Navone e Lucia di Iorio e alla regia di Roberto Rinaldi, tra i più importanti documentaristi subacquei in Italia. Durante la serata, insieme a Mariasole Bianco, esperta di conservazione marina e Presidente di Worldrise, verrà approfondito il ruolo delle AMP come strumento di conservazione.

Quinto incontro l'11 aprile con il cortometraggio introspettivo “S'Indattaraiu” che, ambientato ad Olbia e in gara per il prestigioso premio cinematografico David di Donatello, racconta lo storico mestiere dell'allevatore di cozze. Il film è prodotto da Massimo Casula per Zena film, interpretato nel ruolo principale dal cagliaritano Luciano Curreli, affiancato da Mauro Addis, con la musica di Marco Azara, Michele Nieddu e Nicola Uras.

Ultimo appuntamento del ciclo di incontri fissato per giovedì 18 aprile, al consueto orario, con una serata dedicata ai giovanissimi e alle loro famiglie, grazie alla proiezione dell'anteprima del cartone animato educativo “Acquateam-Avventure in Mare: Sulla scia delle Sirene”, con regia di Riccardo Mazzoli, sceneggiatura di Colin e Jonathan Davis, una co-produzione GraFFiti Creative – Toonz Media Group – Telegael con la collaborazione di Rai Kids. Grandi e piccini verranno condotti in un'avventura a tu per tu con la foca monaca, in compagnia del mitico AcquaTeam: il duo composto dal polpo Otty e dalla biologa marina Marysun, versione animata dell'ispiratrice e consulente scientifica della serie Mariasole Bianco, nato proprio tra le acque della Gallura nel 2021 con il primo special “Acquateam-Missione Mare”, realizzato con il sostegno della Sardegna Film Commission e premiato nel mondo.

Si tratta di un'anteprima assoluta, perché “Acquateam-Avventure in Mare: Sulla scia delle Sirene” debutterà in Tv su Rai YoYo venerdì 26 Aprile 2024 alle ore 19.35. Dallo stesso giorno sarà disponibile su RaiPlay, così come lo sono già gli altri 4 episodi della serie sin qui realizzati, tutti patrocinati dal MASE – Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica.

Con “Cinema per il mare” si prospetta dunque un programma variegato e ricchissimo di incontri speciali, che permetterà al pubblico di imbarcarsi gratuitamente in un viaggio alla scoperta dell'importanza di salvaguardare almeno il 30% del mare entro il 2030: un obiettivo di portata internazionale, tanto ambizioso quanto necessario per garantire il benessere dell'oceano e di tutti noi che dipendiamo dalla sua salute.

-

Contatti: bianca.bargagliotti@worldrise.org

Worldrise è un'organizzazione no-profit che da oltre un decennio agisce per la conservazione efficace dei mari italiani, facilitando un cambiamento positivo che (ri)connetta le persone al mare, crei consapevolezza circa l'importanza dell'oceano e si concretizzi nell'impegno collettivo per la sua salvaguardia. Attraverso numerosi progetti e grazie ai suoi sostenitori, Worldrise promuove la protezione efficace di almeno il 30% dei mari italiani entro il 2030.

Il Politecnico Argonauti da anni si occupa con successo di fotografia, cinema e arte, proponendo nella sua sede di via Garibaldi 41, ad Olbia (SS), un'alternativa culturale ricca e variegata.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica